Corso d’iniziazione all’ipnosi – Lezione 3

Ipnotismo, Magnetismo e Fascinazione

Portare la mente oltre i limiti del pensiero ordinario

Per trascendere i limiti imposti dagli automatismi di cui abbiamo parlato nella lezione precedente, il nostro pensiero deve portarsi ad un livello vibratorio elevato abbracciando le possibilità quantistiche della mente. Ipnosi, Magnetismo e Fascinazione, sono tre fenomeni diversi che si sovrappongono nella pratica corrente per lo sviluppo di poteri particolari della mente.

Essi conferiscono al pensiero facoltà che attivano risorse mentali di un ordine superiore, o comunque diverso da quelle della vita quotidiana abituale.

I migliori risultati si ottengono combinando le varie tecniche.

Cos’è l’Ipnosi?

L’ipnosi è una forma di comunicazione che ci consente di entrare in contatto con l’inconscio. Qualsiasi altra definizione dell’ipnosi è riduttiva o decisamente sbagliata.

Perché è importante comunicare con l’inconscio? Perché l’inconscio è quella parte di noi stessi che possiede materialmente l’energia e le risorse necessarie per superare un problema, un malessere, per potenziare un’abilità o per sviluppare poteri psichici. Cose che la mente logica non è assolutamente in grado di fare in quanto non possiede l’energia. La mente logica, al massimo, può produrre sequenze interminabili di ragionamenti, di argomentazioni che non portano mai a risultati concreti.

Interpellare l’inconscio ha due grossi vantaggi.

Il primo è che l’inconscio non è in grado di mentire. Qualsiasi contenuto proponga, per quanto possa erroneamente sembrare frutto di fantasia, avrà sempre un significato veritiero all’interno dell’esperienza del soggetto.

Il secondo vantaggio è che il tuo inconscio ti conosce alla perfezione: ti accompagna per tutta la vita, forse anche prima e dopo questa vita. Per cui sa tutto di te. Conosce ogni molecola del tuo corpo, ogni più piccolo schema della tua mente. Conosce le origini e le cause di tutti i tuoi problemi ed è quindi in grado di fornirti le soluzioni.

Quelle soluzioni verranno messe in opera dal tuo inconscio utilizzando le tue risorse personali e non le risorse di qualcun altro. Le risorse esterne hanno tutte un limite: possono essere efficaci per taluni ma non per altri. Non esiste una tecnica universale che funziona per tutti.

Le risorse che ti fornisce il tuo inconscio,  invece, sono sempre adatte ed efficaci per la tua situazione specifica, perché il tuo inconscio sa perfettamente cosa funziona e cosa non funziona per te. Lavora sempre per il tuo bene. Quindi se vuoi veramente migliorare, cambiare, evolvere, la cosa più saggia è fare in modo che il tuo inconscio diventi anche il tuo guru.

L’ipnosi è come l’acqua

Un giovane e curioso pesciolino chiese a una rana sapiente, “Che cos’è l’acqua?” Aveva sentito parlare di questo elemento misterioso ma non credeva in esso. La rana sapiente rispose: “L’acqua è ovunque intorno a te, ma devi imparare alcune cose prima che tu possa vederla e sentirla”.

L’ipnosi, come l’acqua per quel pesciolino, è intorno a noi. È la colla delle relazioni, l’ingrediente attivo della comunicazione, il meccanismo nascosto della nostra mente. Coloro che sanno che cos’è e come funziona possono percepire un intero nuovo livello nelle relazioni umane in tutti i tipi di contesti sociali, professionali ed emotivi.

Se non impariamo a “vedere” l’acqua e a capire come essa influisce su di noi e su coloro che ci circondano, siamo in balia del flusso e del riflusso della marea, delle occasionali tempeste, degli improvvisi tsunami e delle loro devastanti conseguenze.

Cosa intendiamo con Magnetismo?

Il magnetismo è un metodo non verbale essenzialmente basato sul “parlare con il corpo” e sviluppare in esso un particolare tipo di consapevolezza, che dà una sensazione di energia e di una forza difficilmente definibile ma quantomeno reale.

È una forza che appartiene a meccanismi molto profondi della psiche. Infatti, innumerevoli ricerche hanno mostrato come possano essere possibili guarigioni difficilmente esplicabili con i paradigmi ordinari.

Il magnetismo funziona anche sugli animali. Quella del magnetismo è più una risposta positiva del corpo che, a sua volt,a porta la mente conscia a rilassarsi consentendo un naturale affioramento delle potenti risorse dell’inconscio.

Quando lo stato magnetico è prodotto, il magnetizzatore può quindi cessare la sua azione e lasciare che il magnetizzato esprima autonomamente le sue potenzialità latenti.

Alcuni soggetti, grazie all’applicazione costante di questa pratica, possono sviluppare anche chiaroveggenza o chiaroudenza.

I due stati di ipnotismo e di magnetismo, risultano da due principi differenti, ciascuno dei quali ha le sue peculiari caratteristiche.

Cos’è la Fascinazione?

La fascinazione è il “potere dell’occhio”, cioè il potere dello sguardo di aiutare. La fascinazione permette di realizzare stati di coscienza profondi e trasformativi.

Questa tecnica proviene da antichissime tradizioni risalenti all’antico Egitto. La nostra è una delle poche scuole al mondo dove vengono tramandate queste conoscenze straordinarie nei nostri corsi di formazione.

Importanti considerazioni sull’Ipnosi

Molti hanno sentito parlare dei meravigliosi risultati ottenuti tramite l’ipnosi, e sentono che potrebbe essere utile anche a loro. Altri comprendono che, se le tecniche ipnotiche funzionano, ci deve essere sotto qualcosa di molto potente che le fa funzionare, che potrebbe essere utile anche per la loro vita.

Parecchi hanno paura dell’ipnosi a causa della disinformazione acquisita negli anni guardando film, leggendo racconti, o tramite la televisione.

La persona media ha una comprensione parziale di quello che è l’ipnosi e di ciò che può essere realizzato tramite essa.

Come ci insegnano le ricerche scientifiche e le moltissime dimostrazioni da noi fatte, con l’ipnosi non è possibile indurre una persona a fare o dire cose che vanno contro i propri valori etici o senso del pudore. Se qualcosa di non benefico viene detta ad una persona in stato di trance, possono accadere due cose: o questa la ignora o può uscire autonomamente dallo stato ipnotico.

Quindi l’ipnosi è uno stato sicuro nel quale il soggetto appare più presente a sé stesso e permette l’affiorare di risorse benefiche della mente.

Per spiegare ulteriormente cosa è l’ipnosi, può essere meglio stabilire cosa non è l’ipnosi.

Una persona ipnotizzata non è né addormentata né in uno stato soprannaturale. È cosciente di ogni cosa che sta accadendo. Anche dopo, uscita dallo stato ipnotico, sarà normalmente capace di ricordare ogni cosa a meno che non riceva un invito specifico a dimenticare.

L’ipnosi è spesso legata al concetto di “trance”. L’ipnosi in sé come trance è uno stato naturale e normale che la maggior parte di noi sperimenta quotidianamente.

Un esempio di ipnosi quotidiana può essere guidare sull’autostrada e rendersi conto che non si ricordano le ultime tre o quattro uscite superate.

Forse avete già superato anche la vostra! Altro caso può essere quello di una persona che sta guardando la televisione. Un membro della famiglia entra ed annuncia che la cena è servita, ma questa non sbatte neppure le palpebre!

Questi sono esempi di leggeri stati ipnotici. La parte razionale della mente è stata acquietata, permettendo alla parte inconscia di subentrare.

Agli inizi del ‘900, lo scienziato polacco Ochorowicz, coniò un termine azzeccatissimo per definire scientificamente l’ipnosi. Questo termine è “ideismo plastico” o ideoplastia.

Con “ideismo plastico” intendiamo immagini mentali dotate di potenza sufficiente a produrre degli effetti sia sulla mente che sul corpo.

Questa può sembrare una cosa fuori dall’ordinario ma, in realtà, tutti noi sperimentiamo l’ideismo plastico quotidianamente. E in determinate circostanze lo sperimentiamo in maniera molto intensa.

Facciamo un esempio fra i tanti.

Supponiamo  che io stia vivendo una storia d’amore. A un certo punto la mia amata decide di lasciarmi. La storia finisce, diventa quindi faccenda morta e sepolta ma io continuo a pensarci. E, a causa del forte coinvolgimento emotivo che ho nell’esperienza, carico quei pensieri con un grande quantitativo di energia.

Per cui queste mie immagini mentali acquistano sempre più potenza, fino a che cominciano a produrre degli effetti fisiologici: quindi inizierò a sentire il nodo in gola, senso di vuoto,mancanza di appetito, insonnia ecc.

L’ipnosi per il cambiamento e per il miglioramento personale consiste nel rieducare la mente a creare immagini positive di potenza uguale o superiore a quelle che ci producono sofferenza. Il malessere nasce da una creazione della mente; un’altra creazione della mente lo può annullare.

Esercizio per il benessere personale

Impariamo a rilassarci. Rilassandoci la nostra mente conscia si rilassa e ci predisponiamo ad uno stato ipnotico.  Una maniera molto semplice è partire da un semplice rilassamento corporeo.

Distesi, partendo dalle gambe ed arrivando alla testa, (fate particolarmente attenzione anche alle giunture), rilassiamo progressivamente tutto il corpo. Continuerete a praticare questo esercizio tutti i giorni. Meglio la sera, prima di andare a dormire. Potete immaginare che il vostro corpo diventa caldo e pesante.

Sviluppare il Magnetismo

Come già accennato in una lezione precedente, il magnetismo di cui parleremo qui NON deve essere confuso con il famoso “magnetismo animale” erroneamente ipotizzato da Mesmer.

Quello che stiamo per imparare è qualcosa di originale, proveniente anch’esso da antichissime tradizioni e convalidato dalla quantistica moderna.

Favorire il rilassamento corporeo è una delle migliori maniere per incominciare a capire anche cosa si intende per Magnetismo.

Rilassatevi un istante e fate attenzione ad una parte del vostro corpo, ad esempio una mano. Dopo un poco avrete una sensazione di calore in detta mano e magari un formicolio.

La sensazione di formicolio è particolarmente interessante ed è anche legata al sangue che passa ma non solo. Infatti con un po’ di esercizio potete sentire tale sensazione in zone poco o nulla irrorate.

Potete anche fare dei piccoli movimenti lenti con l’altra mano sulla prima, poi rilassate molto la mano e calatevi nella sua percezione. Avrete una sensazione di calore, formicolio, densità.

Queste sensazioni sono alla base di una forza chiamata “biomagnetismo”. Essendo questa forza strettamente in legame con la vostra coscienza del corpo è ovvio che ha anche un effetto sulla vostra postura e comportamento.

Ecco perchè si dice che alcune persone “hanno magnetismo”. Servendovi del biomagnetismo potrete produrre dei fenomeni analoghi a quelli ipnotici, ma la differenza sarà enorme.

Il vostro magnetismo umano (magnetismo curativo), se sviluppato può servire anche  per guarire le malattie, quelle poche che sfuggono all’ipnosi ordinaria. 

Il magnetismo è alla portata di tutti coloro che abbiano una forte vitalità, che provvederanno a sviluppare ulteriormente con esercizi specifici.

Due Esercizi Base

1) Ponetevi in piedi, col dorso al sole, aspirando il più lentamente possibile l’aria, sino a riempire completamente i polmoni. Trattenetela per trenta secondi ed esalatela molto lentamente. Ripetete per un quarto d’ora.

2) Aprite la finestra e distendetevi sul dorso. Esalate tutta l’aria che avete nei polmoni, ponendo le braccia lungo il corpo. Chiudete i pugni, aspirate lentamente, sollevando le braccia lentamente, descrivendo coi pugni chiusi una semicirconferenza.

Trattenete l’aria per trenta secondi, fate il movimento opposto con le braccia, ed esalate l’aria molto lentamente. Ripetete per un quarto d’ora.

I “passi magnetici” sono di due specie: longitudinali e trasversali. I “passi longitudinali” si eseguono ponendosi davanti al soggetto, chiudendo i vostri pugni e collocandoli leggermente sotto la fronte del soggetto a qualche centimetro di distanza, aprendo le mani e discendendo lungo il corpo (“passi discendenti”), facendo passare la punta delle dita alla distanza desiderata dalla pelle.

Se vorrete « addormentare » il vostro soggetto dovrete usare i passi a non più di due o tre centimetri: passi molto lenti. Se vorrete “rinvigorire”, la distanza dovrà essere di cinque o sei centimetri: passi veloci.

I “passi trasversali” servono a risvegliare il soggetto. Tenete le mani aperte con le dita rivolte verso il petto ed il viso del soggetto, ad una distanza di cinque, sei centimetri; incrociate e aprite velocemente le braccia.

L’imposizione delle mani può addormentare o risvegliare, eccitare o calmare.

Acquisire sicurezza e confidenza in se stessi.

Vi diamo un piccolo bonus in questa lezione, per le persone che devono aumentare la sicurezza in sè stessi.

La mancanza di sicurezza, la timidezza, il timore, l’emozione, sono rapidamente sostituiti da un ulteriore sentimento di forza, di confidenza in se, di tranquillità positiva, se eseguirete gli esercizi seguenti, che dovranno essere ripetuti ogni giorno, più volte, ad intervallo di 6 o di 6 ore.

1.° Distesi preferibilmente sul dorso, stendete i vostri muscoli in modo da trovarvi in un completo stato di riposo. Aspirate l’aria dal naso, lentamente, gradualmente, dilatando l’addome fino a che questa dilatazione si manifesti con una voluminosa tensione. Per qualche secondo serbate l’aria inspirata quindi rilasciatela lentamente.

L’esercizio deve essere compiuto con estrema lentezza, in modo da risultare comodo e piacevole. Quindi interromperete l’esercizio tre o quattro volte, con una delle respirazioni vostre abituali. Qualcuno domanderà quale azione benefica possa questo esercizio produrre contro la timidezza o lo scoraggiamento.

Senza entrare in considerazioni teoriche fuori luogo, risponderemo che l’esercizio predetto ha lo scopo di decongestionare la rete di gangli nervosi del plesso solare e del cosiddetto “cervello enterico” che è il centro delle emozioni e degli impulsi di qualsiasi natura.

Otto giorni di esercizio vi faranno capire da soli, l’enorme sua importanza. Infatti attivare la parte bassa dei polmoni, corrispondente al plesso solare, ha un effetto riflessologico sulla mente e vi aiuterà naturalmente a sviluppare sempre più un senso di calma in voi.

2.° Dopo aver dominato ciò che vi impediva, nel vostro corpo fisico, di essere sicuri e centrati, occorre esercitare un’azione stimolante sul vostro spirito e creare una “matrice” nella vostra mente che vi possa portare al successo. Per questo è utile una meditazione giornaliera. Conducetela da soli, seduti o coricati, nel pomeriggio, ed in un luogo in penombra dopo esservi rilassati. Abbiate cura di distendere i vostri muscoli  e di visualizzarvi mentalmente mentre agite con sicurezza in una situazione che, in precedenza, vi procurava agitazione.

Nella prossima lezione presenteremo anche un altro esercizio che vi aiuterà a sviluppare il vostro sguardo.

Copyright Studio olistico SPAZIOAZZURRO di Rossano Sambo –  P.IVA:11723680010 – Tutti i diritti sono riservati.

X

Hai dimenticato la Password?

Registrati