fbpx

L'Anima disincarnata, nel seno dell'infinito, vede migliaia d’esseri incorporei: Angeli, Arcangeli, Maestri Ascesi, ecc. Allora comprende che quegli esseri divini furono uomini e donne che si perfezionarono e che soffrirono moltissimo nella scuola della vita. L'Anima comprende che la vita é una scuola e desidera ritornare ad essa per perfezionarsi. Quando l'Anima vuole ritornare al mondo, allora, gli impulsi del suo karma la portano in una nuova famiglia che avrà un’impostazione coerente con le esperienze delle vite passate. ...

6 0

Il più delle volte pensiamo che le emozioni ci travolgano, e lo fanno. Ma spesso viviamo anche in stati persistenti: uno stato costante di paura, o di piattezza emotiva, rabbia, risentimento, lutto, o cinismo. A quel punto siamo passati dall'essere sopraffatti da un'ondata di emozioni all’accettare di vivere in un costante stato di turbamento emotivo. È in questo caso che paghiamo il più alto prezzo in termini di benessere interiore. ...

4 0

C'era un uomo che aveva paura che l'acqua gli cadesse sulla testa. Non era nemmeno in grado di stare sotto la doccia senza entrare in ansia. Non aveva paura del fiume o del mare, sapeva anche nuotare bene, ma non poteva tollerare che l'acqua gli cadesse direttamente sulla testa. Questo appariva abbastanza strano per la sua famiglia, ma nessuno era in grado di capirlo o spiegarlo.

Quando ha deciso di effettuare una regressione alle vite passate, riuscì ad evocare una vita precedente in cui era un archeologo. Lavorava in uno scavo dove stavano affiorando parecchi reperti storici preziosi di antiche civiltà. Come parte del suo lavoro di ricerca, stava scavando in una grotta. Terminato il suo turno di lavoro, stava cercando di uscire dalla grotta quando improvvisamente il soffitto della caverna crollò e una pesante cascata d’acqua e detriti gli precipitò sulla testa.

Poi ha iniziato a percepire quella situazione come se la stesse vedendo mentre galleggiava nell'aria. Questa era una chiara prova che aveva attraversato la barriera della morte mentre quell’enorme massa d’acqua e pietre gli stava cadendo in testa. Fu chiaro che la sua strana fobia per l'acqua che gli cadeva sulla testa era venuta da questa esperienza di vita precedente.

Dopo aver rielaborato i ricordi di questa vita passata, la sua paura è svanita e poi ha iniziato a condurre una vita normale. Ora può stare sotto la doccia senza spaventarsi.
...

3 0

Una donna, che da anni recitava un certo mantra, venne a trovarmi e disse: “Nonostante tutti questi anni di esercizio la distrazione è ancora in agguato”. Ho chiesto, “Qual è la distrazione?” E lei rispose che suo marito era morto e l’amava moltissimo. Conoscevo quella donna; era una bellissima persona. Non si è mai risposata. L’amava davvero. Nessun’altro uomo l’aveva mai attratta.

Ora lui era morto e il vuoto era lì, e lei sentiva la solitudine. A causa di questa solitudine andò da un insegnante di yoga e gli chiese “Come posso sbarazzarmi del ricordo di mio marito?” Così quell’insegnate le diede un mantra. Cantò il mantra per tre anni ma, ogni volta che si sforzava di concentrarsi sul mantra, nella sua mente appariva la figura del marito defunto. Non riusciva a dimenticarlo. Il mantra non si dimostrò abbastanza forte, per cui venne da me, disperata.

Disse: “Sono passati tre anni e sono sempre ossessionata dalla sua memoria, e sembra che non riesca a uscirne. E anche questo mantra non ha aiutato. È da tre anni che lo pratico con religiosa costanza.” Io le risposi: “Stai perdendo tempo. Non è necessario eseguire questo mantra.

Ripeti il nome di tuo marito; trasformalo in un mantra. Tieni la sua foto davanti a te: guarda la foto e rendila l’immagine del divino”. E lei disse: “Ma come? È la mia distrazione!” Ma io ho insistito nel dirle: “Trasforma la distrazione nella tua meditazione. Perché creare conflitti?”
...

1 0

L’infelicità è ossigeno per l’ego mentre la felicità, in sostanza, è una condizione di non-ego: di totale assenza dell’ego.

E questa è la chiave del rebus, il nocciolo del problema. Il motivo per cui miliardi di persone decidono di investire nell’infelicità. Essa produce un ego granitico, un solido piedistallo su cui poggiare il proprio personaggio sociale.

Se sei infelice esisti, se sei felice non esisti. Nell’infelicità hai un nome, una forma, sei qualcuno, sei visibile, hai una storia, un perchè, un come, un dove. Nella felicità ti dissolvi.

Se comprendi questo trabocchetto della vita, soprattutto se fai un atto di umiltà e ammetti di fronte a te stesso di esserci cascato, allora le cose ti appariranno molto più chiare. Sarà come vedere la società ai raggi x.

L’infelicità fa sentire le persone speciali. La felicità, invece, è un fenomeno impersonale: non vi è nulla di originale in essa, nulla di tangibile, di classificabile o di afferrabile per la logica. È come scrivere nell’acqua.

L’infelicità è un investimento i cui interessi fruttiferi sono rappresentati dalla considerazione altrui. Quando sei infelice attiri l’attenzione degli altri che si prendono cura di te; nella tua sventura ti apprezzano, ti amano. Chi mai vorrebbe far del male a una persona infelice o provare invidia per essa? Sarebbe una cosa troppo sadica.

Se una donna è felice, corre il rischio che il suo uomo la trascuri o se ne dimentichi. Se un uomo è felice, la sua donna potrebbe sentirsi responsabile o non meritevole di quella felicità e lasciarlo.

Quando sei infelice gli amici vengono a consolarti, a tenerti man forte, a prendere le tue difese. Quando sei felice scopri che quegli stessi amici ora provano invidia per te. Scopri che, quando sei REALMENTE felice, il mondo intero ti volta le spalle.

L’infelicità ti dà tante cose che la felicità non è in grado di darti. Mentre la felicità, per contro, ti priva di molte cose: ti porta via quei sostegni ai quali ti sei sempre appoggiato e tutto ciò che sei stato o hai creduto di essere. La felicità ti distrugge.

Perciò, quando decidi di diventare felice, devi prima chiederti se sei pronto a dissolverti nel nulla.
...

4 1

C'è una Legge specifica chiamata Legge della Vibrazione. Ho studiato metafisica per oltre 30 anni, e ti posso garantire che non è possibile ascendere spiritualmente senza conoscere questa legge. La Legge della Vibrazione è uno dei Principi Ermetici. Essa si basa sul fondamento che tutto, e sottolineo TUTTO, vibra. La scienza ha persino dimostrato che anche un oggetto solido, come ad esempio un tavolo, è in realtà in costante movimento: le particelle che lo conpongono vibrano.

Cosa significa tutto questo? Significa che poiché tutto vibra, anche tu stai vibrando. Ma, a differenza degli oggetti, noi umani possiamo SCEGLIERE su quale piano di frequenza collocarci. Allora, che scelta stai facendo riguardo alla tua vibrazione?
...

5 0

Uno dei più grandi ipnoterapeuti della storia, Emile Coue, scoprì una legge. L’ha chiamata la legge dell’effetto inverso. Se sei troppo contro qualcosa, ne diventerai una vittima. ...

6 0