fbpx

6 semplici impegni personali per superare la bassa autostima

Sei intelligente, divertente, sinceramente bravo e di cuore.

Hai idee che potrebbero risolvere molti dei problemi che vedi intorno a te. Potresti intrattenere le persone con storie interessanti che le affascinano. Potresti essere il partner, il genitore o l’amico perfetto.

Ma non sempre ti senti all’altezza di quel potenziale.

Qualcosa ti trattiene.

Qualcosa ti dice che non vale la pena divulgare le tue idee in pubblico. Qualcosa ti impedisce di condividere le tue storie interessanti. Qualcosa ti impedisce di dare tutto ciò che hai e di prendere tutto ciò di cui hai bisogno dalle tue relazioni più strette.

Anche se sai che puoi essere molto di più, in fondo hai la sensazione fastidiosa di non essere degno di grandezza, riconoscimento, pura gioia e felicità.

La bassa autostima ti impedisce di vivere la tua vita al massimo .

Chi soffre di più per la bassa autostima: una persona timida o una persona socievole?

Sono sempre stata socievole, schietta e molto estroversa. Mio marito, invece, è molto tranquillo e introverso.

Quando l’ho incontrato, pensavo che fosse timido e forse non aveva la sicurezza di parlare, come ho fatto io. Quindici anni di matrimonio mi hanno mostrato quanto mi sbagliavo.

Mentre io ho sempre rimbalzato avanti e indietro tra la mancanza di fiducia e l’eccesso di fiducia, mio ​​marito è stato sempre ben equilibrato, quasi in modo innaturale. Non si lascia condizionare da ciò che la gente dice. Le sue decisioni non dipendono da ciò che pensano gli altri. Ha un profondo senso di autostima che nulla sembra influenzarlo.

Lentamente, ho capito che l’autostima non ha nulla a che fare con l’essere socievoli / estroversi o timidi / introversi. Viene da un luogo molto più profondo, dentro di te.

Di conseguenza, non ci sono soluzioni di correzione rapida o pillole magiche che possono migliorare l’autostima durante la notte.

D’altra parte, se ti impegni consapevolmente, indipendentemente dalla situazione, puoi aumentare permanentemente il tuo senso di autostima.

Ho messo alla prova questa teoria negli ultimi due anni e ho iniziato a notare un senso di calma molto più profondo, da cui è emerso un forte senso di autostima.

Ecco un elenco di sei semplici impegni che hanno fatto la differenza più grande per me:

1. Smetti di fingere nel tentativo di compiacere gli altri.

Hai sentito la citazione “Puoi ingannare alcune persone tutto il tempo e tutte le persone qualche volta, ma non puoi ingannare tutte le persone tutto il tempo”? Sapere che un giorno sarai “scoperto” è ciò che uccide l’autostima.

Per quanto nervoso e vulnerabile ti senta, lascia andare le tue pretese. Sii solo il tuo sé autentico. All’inizio, la paura è paralizzante, ma se riesci a superare la paura iniziale e fai il grande passo, è liberatorio. E quella libertà di essere chi sei, senza scuse o pretese, spiana la strada a un’autostima molto più sana.

2. Impara a dire di no. Di ciò che pensi e pensa a ciò che dici.

Spesso diciamo di sì a causa della paura dell’autorità, della paura di ferire i sentimenti di qualcuno o della preoccupazione che lasceremo qualcuno deluso. Ma ogni volta che dici un sì che non intendi, finirai per fare un lavoro senza cuore. E poi sei infelice di aver detto quello che non volevi dire, e sei infelice di aver fatto un lavoro così schifoso rispetto a quello che hai detto che avresti fatto.

Liberati da quell’abitudine. Invece, dì solo cosa pensi e pensa quello che dici. Non devi essere scortese a riguardo; sii fermo e risoluto. Sviluppare la capacità di esprimere la tua mente in modo gentile ma deciso e di mantenere veramente le tue promesse, farà molto per costruire un’autostima duratura.

3. Concediti il ​​permesso di commettere errori e considerali come opportunità di crescita.

Puoi picchiarti per un fallimento, oppure puoi darti il ​​permesso di fare errori e giurare di imparare da loro. Ammettiamolo, qualunque sia la tua strada, farai ancora degli errori nella tua vita. Il primo approccio si allontana dalla tua autostima; l’altro ti aiuta a diventare una persona migliore. Quale ti sembra la scelta giusta?

4. Assumiti la responsabilità delle tue azioni.

Ancora una volta, in un punto o nell’altro della tua vita, intenzionalmente o accidentalmente, deluderai gli altri. Quando ciò accade, smetti di inventare scuse e accetta le conseguenze delle tue scelte. Abbandona il rimpianto e concentrati sulla riparazione.

Preparati sempre a dire “Mi dispiace” seguito da “Come posso rimediare?” e assicurati di fare un vero sforzo per sistemare le cose in modo accettabile per tutti i soggetti coinvolti. Ci vuole molto sforzo, ma una sana autostima è radicata nel sapere che farai sempre la cosa giusta.

5. Aiuta gli altri.

Nessuna fortuna, fama, successo, bellezza, intelligenza o forza possono darti lo stesso senso di gratificazione personale o senso di scopo di un autentico “grazie” da parte di qualcuno che aiuti.

Quando smetti di essere così coinvolto nelle tue preoccupazioni, nei tuoi dolori e nel tuo melodramma e inizi a far parte del quadro più ampio, con un ruolo da svolgere in questo universo, il tuo senso di autostima e sicurezza assume una definizione completamente nuova . Dai liberamente. Aiuta ogni volta che puoi. Otterrai più di quello che pensavi di aver mai avuto bisogno.

6. Immergiti in qualsiasi cosa tu decida di fare. Smetti di preoccuparti delle tue scelte.

O fai qualcosa o no. Smetti di affidare al caso le tue scelte.

Ad esempio, se vuoi preparare un tè, prima impara a preparare il tè. Quindi raccogli tutti gli ingredienti di cui hai bisogno. E poi prepara il tè.

Non preoccuparti se uscirà nel modo giusto. Non preoccuparti se a qualcuno piacerà. Non preoccuparti se sei degno di preparare il tè. Non preoccuparti dei bevitori di caffè. Non preoccuparti se riuscirai mai a preparare di nuovo il tè. Non preoccuparti di cosa farai dopo aver preparato il tè. Limitati a preparare il tè. E quando hai finito, vai avanti.

Preoccuparti costantemente della tua scelta mentre prepari il tè non farà nulla di buono per te o per chiunque altro intorno a te. Immergiti in ciò che fai.

La tua autostima è una misura di quanto meriti di essere. Non guardare all’esterno per affermarti. Imposta le tue aspettative su chi dovresti essere e poi fai tutto il possibile per essere all’altezza di quelle aspettative. Hai in te tutto ciò che ti occorre per essere la persona di cui puoi essere orgoglioso.

Impegnati e diventa quella persona!

superare-bassa-autostima
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Altri contenuti che potrebbero interessarti: