Patanjali Yoga Sutra 9

Tratto da:
Autore:
Commentatore: Mr Nobody

L’immaginazione è un’attività mentale evocata da parole e priva di fondamento.

Commento

L’immaginazione è solo attraverso le parole, le strutture verbali. Crei una cosa: non c’è, non è una realtà. Ma la crei attraverso le tue immagini mentali. E puoi crearla a tal punto che tu stesso ne sarai ingannato e penserai che sia reale. Questo succede nell’identificazione. Ti identifichi in un pensiero e quel pensiero diventa reale. Puoi farlo. Lo stai facendo in molti modi.

L’immaginazione è una forza, ma è una forza evocata, una forza immaginata. Puoi usarla anche in maniera costruttiva se vuoi. Nell’ipnosi, ad esempio, l’immaginazione è utilissima per superare molti problemi. Ma se la usi senza consapevolezza, è fatale, è pericolosa. L’immaginazione può diventare follia in qualsiasi momento; l’immaginazione può essere utile se attraverso di essa crei una situazione per la tua crescita interiore e la tua cristallizzazione.

Ma è attraverso le parole, una cosa evocata. Per gli esseri umani, parole, linguaggio, costruzioni verbali sono diventati così significativi che nulla è più significativo adesso. Se all’improvviso qualcuno dice “Fuoco!” La parola “fuoco” ti cambierà immediatamente. Potrebbe non esserci fuoco, smetterai di ascoltarmi. Non ci saranno sforzi per fermarsi; improvvisamente smetterai di ascoltarmi, inizierai a correre qua e là. La parola “fuoco” ha preso l’immaginazione.

E sei influenzato dalle parole in quel modo. Le persone nel settore della pubblicità sanno quali parole usare per evocare immagini. Attraverso quelle parole ti catturano, catturano l’intero mercato. Ci sono molte parole del genere. Continuano a cambiare con le mode.

Per questi anni, “nuovo” è la parola. Quindi tutto, se si guarda nelle pubblicità, è “nuovo”. Il “nuovo” fa colpo immediatamente. Tutti sono per il nuovo; tutti cercano il nuovo, qualcosa di nuovo, perché tutti sono annoiati dal vecchio. Quindi qualsiasi novità ha un fascino. Potrebbe non essere migliore del vecchio, può essere peggio, ma solo la parola “nuovo” apre panorami nella mente.

Queste parole e la loro influenza devono essere comprese profondamente. Per una persona che è alla ricerca della verità deve essere consapevole dell’influenza delle parole. I politici, i pubblicitari, usano le parole e possono creare, attraverso le parole, una tale immaginazione che puoi persino mettere la tua vita nelle loro mani – puoi buttare la tua vita solo per parole.

L’immaginazione deve essere compresa, dice Patanjali, perché sul sentiero della meditazione le parole dovranno essere lasciate cadere così che l’influenza degli altri possa essere abbandonata. Ricorda, le parole sono insegnate da altri; non sei nato con le parole. Ti vengono insegnati, attraverso le parole, molti pregiudizi. Attraverso le parole religione, attraverso le parole miti – tutto è nutrito. La parola è il mezzo, il veicolo della cultura, della società, dell’informazione.

Non puoi eccitare gli animali a combattere per una nazione. Non puoi eccitarli perché non sanno cosa sia la “nazione”. Ecco perché non ci sono guerre nel regno animale. Non ci sono guerre, né bandiere, né templi, né moschee. E se gli animali potessero guardarci, penserebbero che l’uomo aha una certa ossessione per le parole, perché le guerre continuano attorno ad esse; milioni di persone vengono uccise solo per parole.

Jean-Paul Sartre ha scritto la sua autobiografia e gli ha dato il titolo di “Parole”. È bello perché, per quanto riguarda la mente, l’intera autobiografia di qualsiasi mente è composta da parole e nient’altro. E Patanjali dice che bisogna esserne consapevoli, perché sul sentiero della meditazione, le parole devono essere lasciate indietro. Nazioni, religioni, scritture, lingue, devono essere lasciate indietro e l’uomo deve diventare innocente, liberato dalle parole. Quando sei libero dalle parole non ci sarà immaginazione e quando non c’è immaginazione puoi affrontare la verità. Altrimenti, continuerai a creare.

Quando tutta l’immaginazione cade, solo allora appare la verità. Altrimenti, l’immaginazione continua creando condizioni e la verità non può apparire. Solo in una mente nuda, in una mente nuda e vuota, appare la verità, perché non puoi distorcerla.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email

Ultimi commenti

Copyright Studio olistico SPAZIOAZZURRO di Rossano Sambo –  P.IVA:11723680010 – Tutti i diritti sono riservati.