fbpx

Vite passate e la “memoria del corpo”

ipnosi torino vite precedenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La memoria procedurale o “memoria del corpo” è quella parte di ciascuno di noi dove si annidano i reconditi impulsi che spesso sono la causa di disagio fisico o emotivo. E’ un territorio dell’inconscio in parte ancora avvolto nel mistero ma la cui esplorazione, attraverso l’ipnosi, sta dando promettenti risultati per la soluzione di svariate problematiche e per l’evoluzione individuale.

In questi vent’anni di esperienza in cui ho condotto numerosissimi trattamenti con ipnosi regressiva, ho avuto modo di riscontrare che i campi di energia sottile del corpo ricalcano i modelli dei conflitti irrisolti. E che questi modelli sono, in molti casi, responsabili di infelicità o anche di dolore fisico nella vita attuale della persona.

I clienti che hanno sperimentato la liberazione catartica del trauma originale attraverso varie forme di ipnosi regressiva a vite passate, sono giunti in breve tempo a un maggiore senso di consapevolezza per se stessi e notevoli miglioramenti nei loro sintomi sia fisici che emotivi.

E’ abbastanza frequente incontrare persone i cui disagi sono espressione di un conflitto emozionale che affonda le sue radici in una vita passata. A tal proposito vorrei riportare alcuni esempi recenti di problematiche su cui ho lavorato:

  • La claustrofobia di Eugenia si è risolta rielaborando i ricordi emersi di una vita passata in Scozia in cui è stata murata viva durante un’epidemia di peste.
  • La rigidità del collo e delle spalle di Susanna sono state ricondotte al ricordo di un accoltellamento, per mano di una rivale d’amore, avvenuto più di 400 anni or sono.
  • Una fastidiosa e ricorrente emicrania muscolotensiva di Sandro, è migliorata notevolmente quando il soggetto ha evocato una presunta adduzione da parte di alieni avvenuta in Egitto nel 1500 A.C.
  • La frigidità sessuale di Melania si è rivelata essere l’eco di uno stupro subito durante le incursioni dei “conquistadores” in Sud America.
  • L’impotenza psicologica di Giorgio si è gradualmente risolta rielaborando la straziante vergogna di una castrazione subita alla corte Francese.
  • La paura dell’altezza di Alessia è passata quando ha preso consapevolezza di una vita precedente in cui è stata spinta giù da una scogliera perchè accusata di essere una strega.

Vorrei concludere ricordando che ogni persona è un’individualità a sè stante e che ogni singolo caso richiede un approccio personalizzato. Chiunque sia interessato a sottoporsi a un trattamento con ipnosi è invitato a contattare direttamente lo studio chiamando il 3387621582.

Nel seguente filmato possiamo vedere parte di una seduta d’ipnosi regressiva utilizzata per il trattamento di un’acrofobia (paura dell’altezza). La pubblicazione del filmato è stata autorizzata dalla cliente ai sensi delle vigenti norme sulla privacy (art. 96 legge 633/41 & d.p.r. 196 del 2003).

Iscriviti alla newsletter per ricevere subito un omaggio! Aggiornamenti e nuove risorse gratuite ogni settimana:

I tuoi dati verranno trattati nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia di Privacy. Puoi cancellarti dalla newsletter in qualsiasi momento. Per ulteriori dettagli puoi consultare la nostra Informativa sulla Privacy

Categorie prodotto

Altri contenuti che potrebbero interessarti: