fbpx

In che modo l’ipnosi ci conduce all’auto-guarigione?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr
Condividi su telegram

C’è un posto magico dentro ognuno di noi, un posto di cui ci fidiamo, un posto che ci piace anche se potremmo non capire completamente cos’è questo posto. Potremmo sperimentarlo quando sogniamo ad occhi aperti, quando meditiamo o quando cerchiamo una soluzione a un problema. In questo posto siamo rilassati, godendo l’esperienza del nostro stesso essere. I nostri pensieri sono chiari. Ci sentiamo produttivi. In un modo abbastanza naturale, siamo entrati in uno stato di coscienza superiore.

Ciò che chiamiamo sognare ad occhi aperti può portarci facilmente a quello stato; le nostre menti percepiscono l’illuminazione che ci aspetta lì in quel luogo. Forse l’impulso ha origine con il “sé superiore” che esprime il suo desiderio di comunicare con noi. È un luogo di meraviglia e magia, un luogo di grande saggezza. È uno stato di coscienza visitato da santi, mistici e devoti religiosi per secoli. Un livello così elevato di consapevolezza può essere chiamato “trance spirituale”.

COS’E’ LA TRANCE

Una definizione della parola “trance” è “una condizione interiorizzata”. Trance è anche descritta come “uno stato di assorbimento mistico”, uno stato in cui i nostri interessi sono totalmente preoccupati da ciò che stiamo scoprendo dentro di noi. Lungi dall’essere uno stato di addormentamento, è un livello di consapevolezza accresciuta. È una supercoscienza esistente al di fuori dell’attuale dimensione terrena che ci conduce più profondamente verso l’interno, verso il nostro stesso Essere superiore. Allo stesso tempo, lo stato di trance ci avvicina alla fonte ultima di ogni ispirazione, la Coscienza universale.

La trance è l’ingresso, l’ingresso di una realtà interiore che è reale e vibrante come la realtà esterna che ci circonda ogni giorno. Sono semplicemente due mondi diversi, esistenti parallelamente. La connessione con la Coscienza universale è un percorso magico verso altre dimensioni, verso regni superiori di intuizione e comprensione che portano gioia e appagamento. Con l’ego e le aspettative messe da parte, la trance è uno strumento che può essere utilizzato per il miglioramento di sé, per l’ispirazione, per lo sviluppo spirituale e per la guarigione da tantissimi malesseri della mente e dell’anima. È uno stato interiore di pace e benessere che è sempre lì per noi se abbiamo la volontà e il desiderio di entrarci.

RITROVARE QUELL’ABILITA’

La trance aiuta a metterci in contatto con la nostra fonte di ispirazione e creatività. Più siamo giovani, più siamo connessi con quel regno interiore. Da bambini, siamo spesso entrati in uno stato d’animo in cui il nostro gioco era reale come il mondo che ci circondava. Eravamo così assorti nelle realtà del nostro mondo di gioco che persino una chiamata a pranzo o cena non ci distraeva. Alla fine, ci siamo allontanati da questa abilità e abbiamo risposto alla realtà esteriore; tuttavia, quel ricco mondo di immaginazione e insegnamento interiore a cui eravamo entrati durante il gioco, continua a richiamarci.

Da adulti, possiamo rivisitare quel regno incantato. L’innocenza e l’apertura dello stato mentale di un bambino, a volte, sono necessarie quando si avvicinano le verità che la trance può rivelare. Il termine “infantile”, per alcuni implica essere ingenuo o semplicistico ma, nel mondo di meraviglia e magia di un bambino, c’è anche una grande saggezza.

REGNO DEL PARADISO

Da bambini, comprendiamo che questo “regno metafisico” è dentro di noi. Lo desideriamo. Lo cerchiamo. Molte volte lo troviamo. Da adulti, tendiamo a complicare le cose. Ci allontaniamo sempre di più dalla capacità di giocare in modo creativo come facevamo da bambini. Dimentichiamo come rimanere incantati e come concederci la libertà di aprire i nostri doni di creatività e di usarli.

L’uso della trance spirituale può aprire le porte che portano a molti dei tesori della vita e può portare al proprio livello di genio. È una strada naturale verso il sé interiore, saggio ed esuberante che detiene le risposte alle domande, le mappe per le ricerche e l’energia per raggiungere gli obiettivi.

Quindi, cos’è la trance e come facciamo a sapere quando l’abbiamo raggiunta? Potremmo essere in trance quando meno ce lo aspettiamo: mentre ammiriamo un bel tramonto e notiamo che stiamo avendo pensieri profondi, che ci stanno portando a grandi verità o ad una migliore comprensione delle nostre stesse vite. Entriamo in trance quando ci sediamo in meditazione formale, o quando semplicemente ci calmiamo per cercare la presenza del Sè e improvvisamente renderci conto, con gioia illimitata, che ci siamo.

IPNOSI E AUTO IPNOSI

Potremmo essere condotti a quello stato di coscienza da un ipnotista che ci accompagna agevolmente attraverso i livelli di rilassamento che possono aprire le porte allo stato di trance in cui possiamo cercare le nostre verità interiori. Più tardi, acquisendo l’abilità di praticare l’autoipnosi, possiamo tornare allo stato di trance senza l’assistenza di un’altra persona.

La trance è uno stato interiore e pacifico in cui siamo consapevoli di ciò che sta accadendo nel mondo esterno ma, per nostra stessa volontà, ne siamo distaccati. È un livello in cui ha luogo un meraviglioso lavoro interiore e dove l’immaginazione costruttiva può portare a miracoli.

IL GIARDINO DELLA MENTE

Quando entriamo in trance, entriamo nel “giardino della mente”. I giardini sono di solito luoghi pacifici, piacevoli e stimolanti dove regnano bellezza, armonia e serenità. Sono un piacere da sperimentare e un piacere in cui lavorare. In uno stato di trance, siamo al lavoro nei giardini delle nostre menti.

Ciò che piantiamo nel giardino della nostra mente cresce per diventare esperienza di vita. Ciò che teniamo nel pensiero diventa realtà nelle nostre vite. Usando i semi dell’immaginazione, possiamo far crescere cose belle, utili e incredibilmente stimolanti.

“Immaginare” significa “conservare un’immagine mentale di qualcosa che non è presente”. L’immaginazione è la pratica di immaginare le cose. È così che possiamo lavorare nei nostri giardini mentali. Se teniamo nelle nostre menti l’immagine del benessere, accadrà. Immaginando la prosperità per noi stessi, si manifesterà. E se visualizziamo la guarigione, sarà così. Qualunque cosa piantiamo o seminiamo, raccogliamo.

L’ENERGIA DELLA VITA

Quelle cose arriveranno solo se mettiamo in esse l’energia della vita reale. Stare fermi e aspettare che le cose accadano, raramente porta i risultati desiderati in realtà. Dobbiamo fare il lavoro iniziato nel sé interiore usando l’ispirazione, la guida e la fiducia che abbiamo scoperto mentre eravamo in trance. È lì che viene seminato e fecondato il generoso giardino dell’autorealizzazione. Più tardi, nel mondo esterno, raccogliamo la realizzazione dei nostri sogni. Il lavoro che facciamo nel nostro mondo interiore, attraverso la trance, porta la realtà nel nostro mondo esterno.

Alcune persone temono la parola “trance” perché credono che implichi essere fuori controllo o sotto il controllo di qualcun altro. In realtà, la trance è uno stato naturale che esiste in ognuno di noi, se ci calmiamo abbastanza a lungo da sperimentarlo. Ipnosi, un altro termine incompreso, è un mezzo per raggiungere lo stato di trance. È la strada dall’esterno verso l’interno che conduce ai viaggi tranquilli, naturali, interiori.

Sia che raggiungiamo quello stato naturale di trance attraverso l’ipnosi guidata, l’autoipnosi o la meditazione, il sentiero conduce sempre alla stessa destinazione – quel luogo magico e meraviglioso nel cuore dello spirito dove sperimentiamo la verità su noi stessi. È un buon posto, un posto dove possiamo imparare il miglior uso delle nostre capacità e doni e, forse, scoprirne di nuovi. È un luogo di segreti gioiosi e benefici che vengono rivelati a coloro che li cercano.

Soprattutto, la trance è libera come l’aria che respiriamo. È una festa che produce risultati positivi per l’anima. Nessuno può costringerci ad andare lì ma, quando lo facciamo, ci troviamo rinfrescati e rivitalizzati. Abbiamo visitato il giardino nella mente dove crescono qualità spiritualmente energizzanti. La bellezza e la verità che sperimentiamo ci riportano ancora e ancora all’equilibrio e alla gioia.

Categorie prodotto

Altri contenuti che potrebbero interessarti: