fbpx

Intelligenza, meditazione e medicina: cosa hanno in comune?

meditazione intelligenza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

L’intelligenza è intrinseca alla vita. E’ una qualità naturale della vita. Proprio come il fuoco è caldo, l’aria è invisibile e l’acqua scorre verso il basso, così la vita è intelligente.

L’intelligenza non è un risultato; sei nato intelligente. Gli alberi sono intelligenti a modo loro, hanno abbastanza intelligenza per la propria vita. Gli uccelli sono intelligenti, così come gli animali. In effetti, il significato di Divino è solo questo: che l’universo è intelligente, che c’è intelligenza nascosta ovunque. E se hai gli occhi per vedere, puoi vederla ovunque.

La vita è intelligenza. Solo l’uomo, a causa del libero arbitrio, può scegliere tra l’intelligenza e l’ignoranza. L’uomo ha danneggiato il flusso naturale della vita. Solo nell’uomo può esistere l’ignoranza. Hai mai visto un uccello che puoi definire stupido? Hai mai visto un animale che puoi definire idiota? No, queste cose accadono solo all’uomo. Qualcosa è andato storto. L’intelligenza dell’uomo è stata danneggiata, corrotta, è stata paralizzata.

E la meditazione non è altro che il mezzo per annullare quel danno. La meditazione non sarebbe affatto necessaria se l’uomo fosse lasciato solo. Se il prete e il politico non interferissero con l’intelligenza dell’uomo, non ci sarebbe bisogno di alcuna meditazione. La meditazione è medicinale. Per prima cosa devi creare la malattia, quindi è necessaria la meditazione (o medicazione). Se la malattia non è presente, la meditazione non è necessaria. E non è un caso che le parole “medicina” e “meditazione” provengano dalla stessa radice!

L’intelligenza è pericolosa

Ogni bambino nasce intelligente e, nel momento in cui nasce, lo condizioniamo e iniziamo a distruggere la sua intelligenza, perché l’intelligenza è pericolosa per la struttura politica, per la struttura sociale, per la struttura religiosa. È pericoloso per il Papa, è pericoloso per il sacerdote, è pericoloso per il leader. È pericoloso per lo status quo.

L’intelligenza è istintivamente ribelle. Non può essere forzata in nessuna servitù. L’intelligenza è molto assertiva, individuale. Non può essere convertita in un’imitazione meccanica. Le persone devono essere convertite in copie seriali; la loro originalità deve essere distrutta, altrimenti tutte le assurdità che viviamo ogni giorno non sarebbero possibili.

Hai bisogno di un leader politico perché prima devi essere reso ignorante, altrimenti non ci sarebbe bisogno di alcun leader. Perché dovresti seguire qualcuno? Seguirai la tua intelligenza. Se qualcuno vuole diventare un leader, allora una cosa deve essere fatta: la tua intelligenza deve essere in qualche modo distrutta. Devi essere scosso dalle tue stesse radici, devi aver paura. Devi essere reso insicuro di te stesso – questo è un must, solo allora il leader può entrare.

Se sei intelligente, risolverai tu stesso i tuoi problemi. L’intelligenza è sufficiente per risolvere tutti i problemi. In effetti, qualunque problema si crei nella vita, hai più intelligenza di quei problemi. È una disposizione, è un Dono divino.

Ma ci sono persone ambiziose che vogliono dominare, spadroneggiare; ci sono pazzi ambiziosi: creano paura in te. La paura è come la ruggine: distrugge tutta l’intelligenza. Se vuoi distruggere l’intelligenza di qualcuno, la prima cosa necessaria è creare paura: creare l’inferno e spaventare le persone.

Il gioco della paura

Ho sentito parlare di due uomini che erano soci in un’azienda. I loro affari andavano a gonfie vele e viaggiavano in giro per il paese.

Ogni volta, il primo socio si recava in una città. Di notte andava in giro e lanciava catrame sulle finestre della gente e poi, al mattino, scompariva. Dopo due o tre giorni, l’altro socio arrivava. Puliva il catrame; puliva le finestre della gente. E la gente pagava, ovviamente – dovevano pagare.

Erano soci della stessa impresa. Uno sporcava, l’altro si faceva pagare per pulire.

La paura deve essere creata e l’avidità deve essere creata.

L’intelligenza non è avida. Sarai sorpreso di sapere che un uomo intelligente non è mai avido. L’avidità fa parte dell’ignoranza. Accumuli per domani perché non sei sicuro che domani sarai in grado di affrontare la tua vita, altrimenti perché accaparrare? Diventi avaro, diventi avido, perché non sai se domani la tua intelligenza sarà in grado di affrontare la vita o no. Chissà? Non sei sicuro della tua intelligenza, quindi accumuli, diventi bisognoso di sicurezza.

Una persona intelligente non ha paura, non è avida. Avidità e paura vanno insieme – ecco perché paradiso e inferno vanno insieme: l’inferno è paura, il paradiso è avidità.

Crea paura nelle persone e crea avidità nelle persone: rendile il più avide possibile. Rendile così avide che la vita non può soddisfarle, quindi andranno dal sacerdote e dal leader politico. Inizieranno a fantasticare su una vita futura in cui i loro desideri folli e le stupide fantasie saranno soddisfatte.

Solo l’ignoranza cerca la perfezione

Una persona intelligente è perfettamente soddisfatta del possibile. Lavora per il probabile, non lavora mai per l’impossibile e nemmeno per l’improbabile. Guarda alla vita e ai suoi limiti. Non è un perfezionista. Un perfezionista è nevrotico. Se sei un perfezionista, diventerai nevrotico.

Ad esempio, se ami una donna e le chiedi fedeltà assoluta, diventerai pazzo e lei impazzirà. La fedeltà assoluta non è possibile: fedeltà assoluta significa che non potrà nemmeno pensare, non sognerà nemmeno un altro uomo. Non è possibile. Tu chi sei? Perché si è innamorata di te? Perché sei un uomo. Se può innamorarsi di te, perché non può pensare agli altri? Questa possibilità rimane aperta. E cosa dovrebbe fare se vedesse passare una persona meravigliosa e in lei sorgesse un desiderio? Anche dire “Quest’uomo è bello” è desiderare: il desiderio è entrato. Dici che qualcosa è bello quando ti senti degno di essere posseduto, di essere goduto. Non sei indifferente.

Ora, se chiedi fedeltà assoluta – cosa che fanno quasi tutti, allora ci sarà sicuramente un conflitto e rimarrai sospettoso. E rimarrai sospettoso perché conosci anche la tua mente – anche tu hai apprezzamenti sessuali verso altre persone. Quindi, come puoi essere sicuro che la tua donna non stia pensando ad altri uomini? Sai che stai pensando, quindi sai che anche lei sta pensando. Risultato… sfiducia, conflitto, agonia. L’amore che era possibile è diventato impossibile a causa di un desiderio impossibile.

Il futuro rimane aperto

Le persone chiedono ciò che non si può fare. Vuoi sicurezza per il futuro, il che non è possibile. Desideri la sicurezza assoluta per domani – non può essere garantita; non è nella natura della vita. Una persona intelligente sa che non è nella natura della vita – il futuro rimane aperto. La banca può fallire, la moglie può scappare con qualcun altro, il marito può morire o tradire, i figli possono dimostrarsi indegni. Chi sa di domani? Potresti ammalarti, potresti essere paralizzato. Chi sa di domani?

Chiedere sicurezza per domani significa rimanere nella costante paura. Non è possibile, quindi la paura non può essere distrutta. La paura ci sarà, tremerai; e intanto manca il momento presente. Con il desiderio di sicurezza in futuro stai distruggendo il presente, che è l’unica vita disponibile. E diventerai sempre più scosso, impaurito, avido.

Nasce un bambino; un bambino è un fenomeno molto, molto aperto, infinitamente intelligente. Ma saltiamo su di lui, iniziamo a distruggere la sua intelligenza. Iniziamo a creare paura in lui. Lo chiami insegnamento, lo chiami “educare il bambino ad affrontare la vita”. Ma crei paura in lui. Non coraggio.

E le scuole, licei, università – lo rendono sempre meno intelligente. Certo, più istruito – ma sempre meno intelligente. Chiedono cose sciocche. Richiedono cose stupide da stipare nella mente; cose in cui il bambino e la sua intelligenza naturale non possono vedere alcuna utilità. Utilità per cosa? Quel bambino non può vedere l’utilità. Perché immagazzinare queste cose? Ma l’università dice, il liceo dice, la casa, la famiglia, i professori dicono “Studia! Ora non puoi capire, ma più tardi comprenderai perché è necessario”.

La testa piena di assurdità

Riempi la sua testa di tutte le assurdità che l’uomo ha fatto agli altri uomini nella storia, tutta la follia, tutti gli orrori! E il bambino non può vedere l’utilità. Cosa importa quando un certo re governava l’Inghilterra? Da quale data a quale data? Quanti millimetri di pioggia cadono in Brasile ogni anno? Deve immagazzinare quelle cose stupide. Naturalmente, la sua intelligenza diventa sempre più gravata, paralizzata; sempre più polvere si raccoglie sulla sua intelligenza. Quando un uomo esce dall’università, non è intelligente: l’università ha fatto il suo lavoro.

È molto raro che un uomo possa uscire dall’università ancora intelligente. Pochissime persone sono state in grado di fuggire dall’università, evitare l’università, passare attraverso l’università e tuttavia salvare la propria intelligenza – molto raramente. È un meccanismo per distruggerti. Nel momento in cui diventi istruito, sei diventato meno intelligente.

Riesci a vederlo? La persona istruita si comporta in modo molto poco intelligente. Vai dalle persone primitive che non sono mai state educate e troverai una pura intelligenza funzionante.

Una storia vera…

Un aiuto cuoco stava cercando di aprire una scatola e non riusciva a trovare il modo di aprirla. Quindi è andato a cercare nel manuale di cucina. Quando tornò vide che il capo cuoco l’aveva aperta e fu sorpreso.

Chiese al cuoco “Come hai fatto?”

E il cuoco rispose: “Figliolo, quando non sai leggere, devi usare la tua intelligenza!”

Si è proprio così. Quando non sai leggere, DEVI usare la tua intelligenza. Vai dalle persone primitive, dalle persone non istruite, dagli abitanti dei piccoli villaggi e troverai un’intelligenza sottile. Sì, non sono informati, è vero, non sono istruiti, è vero, ma sono tremendamente intelligenti. La loro intelligenza è come una fiamma senza fumo attorno.

La società ha fatto qualcosa di sbagliato nell’uomo – per alcune ragioni. Vuole che tu sia schiavo, vuole che tu abbia sempre paura, vuole che tu sia sempre avido, vuole che tu sia sempre ambizioso, vuole che tu sia sempre competitivo. Vuole che tu non sia amorevole, vuole che tu sia pieno di rabbia e odio, vuole che tu rimanga debole, imitativo – una copia seriale. Non vuole che diventi originale. Ecco perché la tua intelligenza è stata distrutta.

Ripristinare l’intelligenza danneggiata

La meditazione è necessaria per annullare il danno che la società ha fatto. E’ riparatrice: annulla il danno, distrugge la malattia; una volta scomparsa la malattia, il tuo benessere si riafferma da solo.

In questi anni la società è andata troppo lontano: l’educazione universale è stata una calamità. E ricorda che non sono contro l’educazione, sono contro QUESTA educazione.

L’istruzione non dovrebbe essere competitiva. Le persone non dovrebbero essere giudicate l’una contro l’altra. La competitività è molto violenta e molto distruttiva. Qualcuno non è bravo in matematica e tu lo chiami mediocre e lui può essere bravo in pittura. Ma nessuno lo guarda. Qualcuno non è bravo in letteratura e lo chiami stupido – e sarà bravo in musica, in danza.

La meditazione dice: scopri qual è la tua autenticità. Tu chi sei? Se non sai chi sei, avrai sempre un incidente, sempre. La tua vita sarà una lunga serie di incidenti e qualunque cosa accada non sarà mai soddisfacente. Il malcontento sarà l’unico elemento onnipresente nella tua vita.

Puoi vederlo intorno a te. Perché così tante persone sembrano così depresse, annoiate dal passare dei giorni? Così depresse che sono costrette a sprecare un tempo tremendamente prezioso in attività finalizzate a non pensare che prima o poi arriverà la morte. Che cosa è successo a così tante persone? Perché non hanno la stessa freschezza degli alberi? Perché l’uomo non ha la stessa canzone degli uccelli? Che cosa è successo all’uomo?

L’intelligenza è la qualità stessa della meditazione

È successa una cosa: l’uomo ha imitato. L’uomo ha cercato di diventare qualcun altro. Nessuno è a casa sua. Tutti bussano alla porta di qualcun altro, quindi malcontento, ottusità, noia, angoscia.

Quando affermo che l’intelligenza è la qualità stessa della meditazione, intendo questo: una persona intelligente cercherà sempre di essere se stessa, qualunque sia il costo. Una persona intelligente non copierà mai, non imiterà mai. Non farà mai il pappagallo. Una persona intelligente ascolterà la propria chiamata intrinseca. Sentirà il proprio essere e si muoverà di conseguenza, qualunque sia il rischio.

C’è rischio! Quando copi gli altri c’è meno rischio. Quando non copi nessuno sei solo. C’è rischio! Ma la vita succede solo a coloro che vivono pericolosamente. La vita accade solo a coloro che sono avventurosi, che sono coraggiosi, quasi temerari – solo a loro la vita accade. La vita non accade alle persone tiepide.

Una persona intelligente si fida di se stessa. La sua fiducia è assoluta in se stessa. Come puoi fidarti di qualcun altro se non puoi nemmeno fidarti di te stesso?

Le persone vengono da me e dicono “voglio fidarmi di te”. E io chiedo loro “Ti fidi di te stesso? Se ti fidi di te stesso, allora c’è anche la possibilità che tu possa fidarti di me, altrimenti non c’è possibilità”. Come puoi fidarti di me se non ti fidi di te stesso? Sei il più vicino a te stesso. Puoi fidarti anche di me se ti fidi di te stesso. Se ti fidi di te stesso, allora ti fiderai della tua fiducia in me, altrimenti non c’è possibilità.

L’intelligenza è avventura

L’intelligenza è fiducia nel tuo stesso essere. E’ avventura, brivido, gioia. L’intelligenza è vivere in questo momento, non desiderare il futuro. Non è pensare al passato e preoccuparsi del futuro: il passato non è più e il futuro non è ancora. L’intelligenza è sfruttare al massimo il momento presente che è disponibile – il futuro ne uscirà. Se questo momento è stato vissuto nella gioia e nella completezza, il momento successivo nascerà luminoso. Porterà più gioia naturalmente, ma non c’è bisogno di preoccuparsene. Se il mio oggi è stato d’oro, il mio domani sarà ancora di più d’oro.

Da dove verrà il futuro? Crescerà da oggi. Se questa vita è stata una benedizione, la mia prossima vita sarà una benedizione più elevata. Da dove può venire? Crescerà da me, dalla mia esperienza vissuta. Quindi una persona intelligente non è preoccupata per il paradiso e l’inferno, non è preoccupata per l’aldilà, non è preoccupata nemmeno per Dio, non è preoccupata nemmeno per l’anima. Una persona intelligente vive semplicemente in modo intelligente.

Vivi nella fiducia in te stesso; la credenza non è intelligente. Vivi attraverso la conoscenza del Divino. L’intelligenza è meditazione.

Anche le persone non intelligenti meditano, ma certamente meditano in modo non intelligente. Pensano di doversi dedicare alla spiritualità un giorno alla settimana per un’ora. Questo è un modo non intelligente di essere spirituali. Cosa c’entra un’ora alla settimana? La tua vita reale è in ogni istante di ogni giorno. Non ti servirà a nulla diventare spirituale per un’ora alla settimana. Chi stai cercando di ingannare?

Come meditare con intelligenza

Il modo intelligente di meditare è di portare l’intelligenza in tutto ciò che fai. Stai camminando? Cammina in modo intelligente con consapevolezza; stai mangiando, mangia in modo intelligente con consapevolezza. Ti ricordi di aver mai mangiato in modo intelligente? Hai mai pensato a cosa stai mangiando? È nutriente? Ha qualche valore nutrizionale? O ti stai solo riempiendo senza pensarci?

Lavori dal mattino alla sera per cui pensi di non avere tempo per meditare? Le tecniche delle tradizioni occidentali, come l’Alchimia Spirituale, sono state create apposta per chi è subissato da mille impegni. Sono studiate appositamente per portare la consapevolezza nell’azione. Quindi non hai più scuse!

Hai mai visto quello che fai? Continui a fumare … allora è necessaria l’intelligenza. Cosa fai? Basta inalare il fumo, buttarlo fuori e nel frattempo distruggere i polmoni? E cosa stai davvero facendo? Sprecando soldi, salute.

Anche l’amore deve essere consapevole

Porta intelligenza mentre stai fumando, mentre mangi. Porta intelligenza quando fai l’amore con la tua donna o con il tuo uomo. Cosa fai? Provi davvero qualche sentimento? A volte fai l’amore per abitudine. Quindi è brutto. L’amore deve essere molto consapevole, solo allora diventa meditazione.

Mentre fai l’amore con la tua donna, cosa stai facendo esattamente? Stai usando il corpo della donna per scaricare un po’ di energia che è diventata troppo per te? O stai rispettando, amando la donna, hai un po’ di rispetto per la donna?

Non lo vedo. I mariti non rispettano le loro mogli, le usano. Le mogli usano i loro mariti, non li rispettano. Se la riverenza non nasce dall’amore, l’intelligenza manca da qualche parte. Altrimenti ti sentirai tremendamente grato verso l’altra persone e il tuo fare l’amore diventerebbe una grande meditazione. Qualunque cosa tu stia facendo, aggiungi la qualità dell’intelligenza. Fallo in modo intelligente: ecco cos’è la meditazione.

Deve diffondersi in tutta la tua vita

L’intelligenza deve diffondersi in tutta la tua vita. Non è una cosa della domenica. E non puoi farla per venti minuti e poi dimenticartene. L’intelligenza deve essere proprio come respirare. Qualunque cosa tu stia facendo – piccola, grande, qualunque cosa, pulire il pavimento – può essere fatta in modo intelligente o non intelligente. E sai che quando lo fai in modo non intelligente non c’è gioia – stai facendo un dovere; ti stai trascinando in qualche modo.

Una persona intelligente renderà la sua vita in modo tale da avere una poesia di spontaneità, di amore, di gioia. È la TUA vita, e se non sei abbastanza gentile con te stesso, chi sarà abbastanza gentile con te? Se la stai sprecando, non è responsabilità di nessun altro. Ti insegno ad essere responsabile verso te stesso – questa è la tua prima responsabilità. Tutto il resto viene dopo. Tutto il resto. Anche Dio viene dopo! Perché può venire solo quando lo sei. Sei il centro stesso del tuo mondo, della tua esistenza.

Quindi, sii intelligente. Porta la qualità dell’intelligenza. E più diventerai intelligente, più sarai in grado di portare sempre più intelligenza nella tua vita.

Ogni singolo momento  può diventare così luminoso con l’intelligenza… Quindi non ci sarà più bisogno di alcuna religione, non ci sarà bisogno di politica, non ci sarà bisogno di altro. La vita nella sua natura intrinseca è intelligente. Vivi totalmente, armoniosamente, nella consapevolezza e tutto seguirà a meraviglia. Una vita di celebrazione segue la luminosità dell’intelligenza.

Iscriviti alla newsletter per ricevere subito un omaggio! Aggiornamenti e nuove risorse gratuite ogni settimana:

I tuoi dati verranno trattati nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia di Privacy. Puoi cancellarti dalla newsletter in qualsiasi momento. Per ulteriori dettagli puoi consultare la nostra Informativa sulla Privacy

Categorie prodotto

Altri contenuti che potrebbero interessarti: