fbpx

Le nostre vite sono predestinate? (Risposta approfondita)

vita predestinata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr
Condividi su telegram

Più che un problema personale, si tratta di una questione metafisica. Le nostre vite sono sia predestinate che non predestinate. Sia sì che no. Ed entrambe le risposte sono vere per tutte le domande sulla vita.

In un certo senso, tutto è predeterminato. Qualunque cosa fisica, materiale o mentale, è predeterminata. Ma qualcosa in te rimane costantemente indeterminato, imprevedibile. Quel qualcosa è la tua coscienza.

Se sei identificato con il tuo corpo e con la tua esistenza materiale, allora sei schiavo della legge di causa ed effetto. In questo caso sei una macchina. Ma se non ti identifichi con la tua esistenza materiale, con il corpo o con la mente – se riesci a sentirti come qualcosa di separato, diverso, trascendente, al di là della  mente-corpo – allora quella coscienza trascendente non è predeterminata. È spontanea, gratuita. Coscienza significa libertà; materia significa schiavitù. Quindi dipende da come ti definisci. Se dici: “Io sono solo il corpo”, allora tutto in te è completamente predeterminato.

Una persona che si identifica solo con il corpo e con la mente, non può dire che l’uomo non è predeterminato. Di solito, le persone che non credono nella coscienza non credono nemmeno nella predeterminazione. Le persone che sono religiose e credono nella coscienza, normalmente credono anche nella predeterminazione. Quindi quello che sto dicendo può sembrare molto contraddittorio. Ma, se ti guardi un attimo intorno, scoprirai che è così.

Solo conoscendo la coscienza si conosce la libertà

Una persona che ha conosciuto la coscienza ha conosciuto la libertà. Quindi solo una persona spirituale può dire che non vi è alcuna predeterminazione. Questa realizzazione arriva solo quando smetti completamente di identificarti con il corpo. Se senti di essere solo un’esistenza materiale, allora nessuna libertà è possibile. Con la materia, nessuna libertà è possibile. Materia significa ciò che non può essere libero. Deve fluire nella catena di causa ed effetto.

Una volta che  qualcuno ha raggiunto la coscienza, l’illuminazione, è completamente fuori dal regno di causa ed effetto. Diventa assolutamente imprevedibile. Non puoi dire nulla su di lui. Comincia a vivere ogni momento; la sua esistenza diventa totale.

La tua esistenza è una catena simile a un fiume in cui ogni passo è determinato dal passato. Il tuo futuro non è davvero futuro; è solo un sottoprodotto del passato. È solo il passato che determina, modella, formula e condiziona il tuo futuro. Ecco perché il tuo futuro è prevedibile.

L’uomo è prevedibile come qualsiasi altra cosa. L’unica difficoltà è che non abbiamo ancora ideato i mezzi per conoscere integralmente il suo passato. Nel momento in cui possiamo conoscere il suo passato, possiamo prevedere tutto di lui. Basandomi su trent’anni di esperienza, di lavoro su me stesso e sugli altri, posso affermare che questa teoria è vera. Ho sperimentato e lavorato con centinaia di persone e posso garantire che siamo tutti esseri meccanici: finché non iniziamo a lavorare sodo per riappropriarci della nostra coscienza, non esiste nulla in  noi che possa essere chiamato libertà.

Non dare risposte preformulate

L’intera possibilità di libertà dipende da ciò che enfatizzi maggiormente: il tuo corpo o la tua coscienza. Se sei solo un flusso esteriore di vita, allora tutto è predeterminato. O sei anche qualcosa di interiore? Non dare alcuna risposta preformulata. Non dire: “Io sono l’anima”. Se senti che non c’è niente dentro di te, allora sii onesto. Questa onestà sarà il primo passo verso la libertà interiore della coscienza.

Se vai profondamente dentro di te, sentirai che tutto è solo una parte dell’esterno. Il tuo corpo è venuto dall’esterno, i tuoi pensieri sono venuti dall’esterno, persino il tuo io, il tuo senso d’identità ti è stato dato dagli altri. Questo è il motivo per cui sei così spaventato dall’opinione degli altri, perché hanno completamente il controllo di te. Possono cambiare la loro opinione su di te in qualsiasi momento. Il tuo io, il tuo corpo, i tuoi pensieri ti vengono dati dagli altri, quindi cosa c’è dentro? Strati e strati di accumulo esterno. Se ti identifichi con questa tua personalità che viene dagli altri, allora tutto è predeterminato.

La porta

Diventa consapevole di tutto ciò che viene dall’esterno e non identificarti con esso. Quindi verrà un momento in cui l’esterno cadrà completamente. Sarai nel vuoto. Questo vuoto è il passaggio tra l’esterno e l’interno, la porta. Abbiamo così paura del vuoto, così paura di essere vuoti che ci aggrappiamo all’accumulo esterno. Bisogna essere abbastanza coraggiosi per disidentificarsi con l’accumulo e rimanere nel vuoto. Se non sei abbastanza coraggioso, uscirai e ti aggrapperai a qualcosa, e ne sarai pieno. Questo momento dell’essere nel vuoto è la meditazione. Se sei abbastanza coraggioso, se riesci a rimanere in questo momento, presto tutto il tuo essere si girerà automaticamente verso l’interno.

Quando non c’è nulla a cui attaccarsi dall’esterno, il tuo essere si gira verso l’interno. Allora saprai, per la prima volta, che sei qualcosa che trascende tutto ciò che hai pensato di essere. Ora sei qualcosa di diverso dal divenire. Questo essere è libero; nulla può determinarlo. È assoluta libertà. Nessuna catena di causa ed effetto è possibile.

Il principio senza inizio e la fine senza fine

Le tue azioni sono correlate ad azioni passate. “A” ha creato una situazione affinché “B” diventasse possibile; “B” crea una situazione in cui “C” fiorisce. I tuoi atti sono collegati ad atti passati. E questo risale al principio senza inizio e alla fine senza fine. Non solo i tuoi atti ti determinano; anche quelli di tuo padre e di tua madre hanno una continuità con i tuoi. La tua società, la tua storia, tutto ciò che è successo prima, è in qualche modo correlato alla tua condizione attuale. Tutta la storia è arrivata a fiorire in te.

Tutto ciò che è mai accaduto è collegato a te, quindi ogni tuo atto è ovviamente determinato. Ma la tua esistenza è una parte molto minuta dell’intera immagine. La storia è una forza vitale enorme, mentre il tuo atto individuale ne è una parte minuscola. Non sei il creatore delle tue azioni. Tutta la storia le ha determinate. Le sta semplicemente realizzando attraverso di te.

L’intero processo evolutivo è entrato nelle tue cellule biologiche. Queste cellule in te possono quindi diventare parte di un’altra persona. Potresti pensare di essere il padre ma, in realtà, sei appena stato un tramite attraverso cui l’intera evoluzione biologica ha agito e ti ha costretto ad agire. L’atto della procreazione è così forte perché è al di là di te; è l’intero processo evolutivo che lavora attraverso di te.

Questo è un modo in cui gli atti accadono in relazione ad altri atti passati. Ma quando una persona si illumina, inizia un nuovo fenomeno. Gli atti non sono più connessi con atti passati. Ogni atto, ora, è connesso solo con la sua coscienza. Viene dalla sua coscienza non dal passato. Ecco perché una persona illuminata non può essere prevedibile.

La forza delle abitudini

Le abitudini sono meccaniche; si ripetono. Più ripeti qualcosa, più efficiente diventi. L’efficienza significa che ora la coscienza non è più necessaria. Se una persona scrive al computer con grande efficienza, significa che non è necessario alcuno sforzo; la digitazione può essere eseguita inconsciamente. Anche se sta pensando a qualcos’altro, la digitazione continua. Il corpo sta scrivendo; la coscienza non è necessaria. Efficienza significa che la cosa è così certa che nessuno sforzo è richiesto. Con la libertà, lo sforzo è sempre possibile. Una macchina non può commettere errori. Per sbagliare, bisogna essere coscienti.

I tuoi atti hanno una relazione a catena con i tuoi atti precedenti. Sono determinati. La tua infanzia determina la tua giovinezza; la giovinezza determina la tua vecchiaia. La tua nascita determina la tua morte; tutto è determinato. Fornisci la causa e l’effetto ci sarà. Questo è il mondo di causa ed effetto in cui tutto è determinato.

Se invece agisci con coscienza totale, esiste una situazione completamente diversa. Un situazione in cui tutto avviene momento per momento. La coscienza è un flusso; non è statica. È la vita stessa, quindi cambia. È viva. Continua ad espandersi; continua a diventare nuova, fresca, giovane. Quindi, i tuoi atti saranno spontanei.

Una storiella ispirante

Uno yogi pose al suo discepolo una domanda particolare. Il discepolo rispose esattamente con le parole che avrebbe dovuto dire. Il giorno dopo il maestro rifece esattamente la stessa domanda. Il discepolo disse: “Ma ho risposto a questa domanda ieri”.

E il maestro: “Ora te lo sto chiedendo di nuovo.” Il discepolo ripeté la stessa risposta. Il maestro disse: “Non lo sai!”

Il discepolo, un po’ seccato, replicò: “Ma ieri ho risposto allo stesso modo e tu hai annuito con la testa. Quindi ho pensato che la risposta fosse giusta. Perché hai cambiato idea adesso?”

Il maestro disse: “Tutto ciò che può essere ripetuto non viene da te. La risposta è venuta dalla tua memoria, non dalla tua coscienza. Oggi non sono lo stesso uomo che ti ha fatto questa domanda ieri. L’intera situazione è diversa. Anche tu sei diverso. Ho dovuto porre di nuovo la domanda solo per vedere se volevi ripetere la risposta. Nulla può essere ripetuto. ”

Più sei vivo, meno sei ripetitivo. Solo un uomo morto può essere coerente. Vivere è incoerenza; la vita è libertà. La libertà non può essere coerente. Coerente con cosa? Puoi essere coerente solo con il passato.

Una persona illuminata è coerente solo nella sua coscienza; non è mai coerente con il suo passato. Non ha alcun attaccamento con ciò che è avvenuto in precedenza. Ogni cosa è lasciata andare. Ogni volta che una sua azione finisce, la sua coscienza è di nuovo fresca. La coscienza sarà lì ogni volta che si presenterà una situazione, ma ogni atto sarà compiuto in completa libertà, come se fosse la prima volta che quest’uomo si è trovato in quella particolare situazione.

Ecco perché la vita può essere sia predestinata che non.

Scienza senza spiritualità = schiavitù

La spiritualità (quella vera), la meditazione (quella vera), danno libertà perché esse ci conducono alla coscienza e alla consapevolezza. Più la scienza conosce la materia, più il mondo sarà ridotto in schiavitù. L’intero fenomeno della materia è di causa ed effetto: quando o conosci, allora tutto può essere determinato.

Tra qualche anno, vedremo l’intero corso dell’umanità essere determinato in molti modi. Le più grandi calamità possibili non sono le pandemie o la guerra nucleare. Queste cose possono solo distruggere. La vera calamità verrà dalle scienze psicologiche applicate al condizionamento di massa e all’informazione. I potenti diventeranno sempre più esperti nel suggestionare e controllare le persone. E, poiché non siamo consapevoli, possiamo essere facilmente indotti a comportarci in modi predeterminati.

Così come siamo, tutto su di noi è determinato. Qualcuno è indù; qualcun altro è cattolico. Questa è predeterminazione, non libertà. I genitori hanno deciso; la società sta decidendo. Qualcuno è un medico e qualcun altro è un ingegnere. Ora il suo comportamento è determinato.

Siamo già costantemente controllati e i metodi di controllo stanno diventando sempre più sofisticati. Le nuove tecniche saranno in grado di determinare il nostro comportamento in misura tale che nessuno sarà in grado di dire che esiste un’anima. Se ogni tua risposta è determinata, qual è il significato dell’anima?

La questione vera e più importante è riuscire ad essere consapevoli in una situazione che richiede la tua inconsapevolezza, riuscire ad essere coscienti in una situazione che accade solo nell’incoscienza.

A poco a poco, più la tua consapevolezza si approfondisce, minore è la possibilità che il tuo comportamento sia determinato per te. Diventi libero. Libertà non significa nient’altro. Significa solo una coscienza così libera che ora nulla può determinarla.

Categorie prodotto

Altri contenuti che potrebbero interessarti:

Amore di sè
Come amare te stesso (Guida definitiva)

Imparare ad amare te stesso può essere piuttosto difficile. Sarò realistico qui. Mentre molti articoli, libri, guru e terapeuti dipingono un bagliore etereo attorno all’amore