fbpx

Il significato spirituale dell’equinozio di primavera

Equinozio di primavera, significato spirituale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Piuttosto che confrontarci con una prova schiacciante dei limiti della nostra comprensione, accusiamo i nostri sogni di non avere senso. 

– Erich Fromm

Il 21 marzo 2021 l’emisfero settentrionale accoglierà la primavera con l’arrivo dell’equinozio.

La parola equinozio deriva dal latino aequus che significa uguale e nox che significa notte. Durante l’equinozio di primavera sperimentiamo un equilibrio tra il giorno e la notte, quantità uguali di luce e buio nello stesso giorno. In sostanza, le ore di luce del giorno aumentano leggermente e gradualmente ogni giorno dal solstizio d’inverno di dicembre, che è il giorno più corto dell’anno. Anche dopo tre mesi di giorni che si allungano, vediamo meno luce che oscurità nel corso della giornata.

L’equinozio di primavera segna il punto di svolta quando la luce del giorno inizia a prendere il sopravvento sull’oscurità e sperimentiamo più energia creativa proveniente dalla forza vitale delle nostre menti e dei nostri corpi. Che cosa vuol dire?

Man mano che l’oscurità diminuisce e la luce aumenta, potresti sentire un accumulo di energia immaginativa e creativa, forse un sollevamento della nebbia e un abbassamento della cappa di torpore in cui sei stato immerso nei mesi invernali. Nei mesi più bui dell’anno siamo incoraggiati dalle energie ad essere introspettivi e a calarci nel silenzio dell’oscurità interiore. Dove sbagliamo è temere che il nostro mondo interiore si sia oscurato e che la luce non ritorni. Proprio come il mondo gira sul suo asse e provoca il ritorno della luce anno dopo anno, possiamo fare affidamento sul ritorno della nostra luce, energia e ricchezza del nostro giardino interiore.

I ritmi e i cicli naturali

È difficile credere che la tua vita abbia uno scopo e un significato anche quando non sei produttivo, ma sono i ritmi e i cicli della Terra che ci mostrano e ci incoraggiano a riposare nell’oscurità e permettono alla luce di svelarci e aiutarci a far accadere le cose senza forzarle.

Immagina di avere maree interne proprio come l’oceano. Dopotutto, viviamo sulla Terra e siamo costituiti per il 75% da acqua, quindi siamo influenzati da tutte le incredibili forze all’opera qui nel nostro Universo, anche quelle che dobbiamo ancora capire o che abbiamo la consapevolezza di vedere. Viviamo cicli proprio come la Terra, il Sole e la Luna, anche se la maggior parte di noi non si rende conto di come i nostri stati interni dell’essere siano influenzati dalle energie vicine e lontane del Cosmo. Spesso ci sentiamo confusi, irrequieti, bloccati o addirittura incapaci di cambiare la nostra mentalità e il nostro stato d’essere. Il ritorno della luce ci offre l’opportunità di prendere il tempo necessario per liberare le nostre paure e dedicarci a nuove intenzioni per noi stessi.

La maggior parte di noi vive le proprie vite così disconnesse dalla nostra guida interiore che, quando l’attrazione dei nostri cuori diventa così forte e la voce dentro è stata attutita per così tanto tempo, la sensazione che sorge dentro di noi sembra più una crisi esistenziale che un’emergere di qualcosa di più bello.

Celebrare la vita

Ora è il momento di celebrare la freschezza della vita e di prendersi il tempo per aumentare la nostra energia, rigenerare l’abbondanza e manifestare i nostri sogni. Fisicamente stiamo sperimentando più luce in questo momento e dall’inizio dei tempi. I nostri antenati hanno segnato questo periodo con rituali e celebrazioni. Come sapete, ci sono migliaia di siti antichi creati intorno a solstizi ed equinozi che sono stati costruiti per onorare la nostra connessione con il Sole come fonte della nostra luce e forza vitale.

Vorrei invitarti a fare qualcosa di simbolico per onorare la tua vita nei prossimi giorni. Ad esempio, accendere una candela e dire una benedizione per la tua vita e la forza vitale che vive nel tuo corpo. Impegnati ad andare dentro e praticare il silenzio ogni giorno, per far sapere alla tua guida interiore che la stai ascoltando e che intendi comunicare con essa. Fai sapere alla tua voce interiore che in effetti ha un ruolo molto importante nella tua vita e che la ascolterai molto di più per essere felice.

La fonte ultima di potere e forza

Quando ci dedichiamo alla meraviglia e alla curiosità, c’è un’apertura a una saggezza più profonda. Il nostro potere è un passaggio. Si va dalla prospettiva in cui il non sapere potrebbe essere visto come debolezza o impotenza, a un nuovo modo di essere, dove la meraviglia e la curiosità sono la fonte ultima di potere e forza.

Connettersi con i nostri desideri più profondi non implica conoscere le risposte a tutte le nostre domande, perché è solo nel non sapere che possiamo essere veramente ricettivi ed è solo nell’essere ricettivi che possiamo veramente scoprire, imparare ed evolvere.

Diventando veramente onesti con noi stessi e imparando la pratica della presenza e del non attaccamento al risultato, stiamo invitando nuove possibilità e un flusso più naturale nelle nostre vite.

Conoscere te stesso è l’inizio di tutta la saggezza.

Potresti trovarti a chiedere “Da dove comincio? Come comincio?” Inizia rispondendo alla chiamata della tua Guida Interiore.

La paura del cambiamento è normale, ma ci sono modi per imparare a superare le tue paure e iniziare ad agire sulla base della guida interiore che ti condurrà alla tua vita più felice e al tuo modo naturale di essere nel mondo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere subito un omaggio! Aggiornamenti e nuove risorse gratuite ogni settimana:

I tuoi dati verranno trattati nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia di Privacy. Puoi cancellarti dalla newsletter in qualsiasi momento. Per ulteriori dettagli puoi consultare la nostra Informativa sulla Privacy

Altri contenuti che potrebbero interessarti:

Vite precedenti storie vere
Storie di vite precedenti – Parte prima

In questo articolo condividerò alcune esperienze di persone che ho guidato nelle vite precedenti durante varie sessioni di guarigione karmica. Tutte queste esperienze sono reali.