La gestione naturale dello stress

gestione-stress-torino-3774482770In che misura ti identifichi con il tuo ruolo nella società? E in che misura questo ruolo ti è stato imposto da altri? Questi sono i primi due elementi che occorre analizzare quando ci si trova ad aver a che fare con una situazione di stress medio-alto e la sua conseguente gestione. E’ fuori discussione che quando siamo costretti ad affrontare situazioni e/o persone i cui sviluppi e la cui presenza non dipendono da una nostra libera scelta, l’accumulo di disagio, malcontento e stress è inevitabile. Poi vi sono anche situazioni e persone che ci siamo scelti liberamente ma che non corrispondono alle aspettative che ci siamo fatti; oppure promettevano bene all’inizio ma poi queste promesse sono state disattese.

Infine occorre tenere conto della quantità di stress che si accumula al lavoro e quello tra le mura domestiche. In particolare, se già svolgi un lavoro stressante, quando rientri a casa riesci a rilassarti oppure anche lì ti attende un contesto di tensione?

Da qui si può intuire facilmente quanto sia sottile il confine che divide la serenità dallo stress. Teniamo conto che, una volta varcato questo confine, si entra in un circolo vizioso in cui lo stress provoca perdita di magnetismo personale e tale perdita, a sua volta, accentua la percezione del disagio. A questo punto ci si trova di fronte ad un bivio: tamponare il problema con i mezzi farmacologici che agiscono solo sui sintomi ma non arrestano l’accumulo di energia negativa, oppure risolvere la questione avvantaggiandosi delle tecniche naturali e di un opportuno lavoro mirato a modificare l’assetto “energetico” della propria vita. Andare quindi a ripristinare in primo luogo quell’equilibrio perduto e, contemporaneamente, immunizzarsi abbassando la soglia di vulnerabilità allo stress.

In questi anni di esperienza abbiamo potuto constatare che un giusto “addestramento” e presa di consapevolezza portano addirittura ad una soluzione spontanea delle situazioni produttrici di stress. Situazioni che nella maggior parte dei casi è il soggetto stesso ad “attrarre” e alimentare inconsapevolmente. Le sessioni di massaggio magnetico e mental coaching hanno un ruolo importantissimo nella gestione dello stress e in un duraturo processo di immunizzazione.

Se in una barca, in balia del mare in tempesta, si verifica una falla, il natante inevitabilmente comincerà ad imbarcare acqua. Tutto sta a riparare e tappare la falla prima che la barca affondi completamente.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

© 2017 - Associazione SPAZIOAZZURRO - C.F. 97813500010