Il processo di guarigione spirituale in 9 fasi per superare i blocchi karmici

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Sto ascoltando persone da tutto il mondo che stanno vivendo insieme a noi questo momento estremamente difficile per l’umanità, cercando di attraversarlo nella maniera più costruttiva possibile. Il mio cuore è con te! Non bisogna aver paura, è un passaggio necessario. Non si può veramente accedere al Nuovo Paradigma senza elaborare profondamente la “fonte del dolore” e il Karma.

E’ un condizionamento subconscio che riempie il tuo mondo di proiezioni e ha un impatto disarmonico sulla tua vita. È inevitabile – questo karma ha portato qui le anime (tutti noi) per fronteggiare questa limitazione ed evolversi attraverso di essa. L’unica via d’uscita è vivere l’esperienza!

Tale svolta spirituale arriva con un traboccante senso di benessere, ringiovanimento, consapevolezza e crescita. Quindi quale potrebbe essere un modo veramente efficace per elaborare il blocco karmico quando si attiva?

9 passi per raggiungere il benessere spirituale e non solo

Spazioazzurro ha lavorato con persone in evoluzione in tutto il mondo per molti anni. È da questa lunghissima esperienza che abbiamo sviluppato innumerevoli metodi per tutti, tra cui questo processo di guarigione spirituale in 9 fasi. Tutto ciò ti aiuta ad affrontare il tuo dolore karmico, a lavorare con esso, quindi a superarlo in una condizione di coscienza più espansa.

1. Affrontare la situazione

Devi prima accettare e riconoscere completamente la verità oggettiva di ciò che sta accadendo nel tuo mondo. Abituati a osservare te stesso e ad accettare la responsabilità dei tuoi sentimenti in relazione a ciò che sta accadendo nelle situazioni quotidiane. Se ti senti stretto, arrabbiato o ferito, riconoscilo. Se qualcuno sta appiattendo la tua verità, questo è indubbiamente spiacevole: osserva i meccanismi con i quali ciò avviene come un testimone imparziale. Non rifuggire, o gettare la spugna, non arretrare di fronte a eventi o persone nel mondo esterno. Con la Legge di Attrazione li hai manifestati nel tuo mondo, in modo da affrontare e superare le tue limitazioni.

2. Immergiti profondamente nei sentimenti della situazione

Potrebbe non essere appropriato per te gestire i sentimenti nel momento in cui arrivano: potresti essere al lavoro, ad esempio, in pubblico o a badare alla tua famiglia. È importante non cercare di reprimere i sentimenti, ma piuttosto lasciarli andare: potresti avere la sensazione che essi siano una parte inscindibile di te ma, in realtà, tu sei al di sopra di loro e li puoi gestire. Quando i tempi sono più appropriati (e il prima possibile), immergiti profondamente nei sentimenti: guarda le immagini, senti le emozioni, lasciale fluire come le nuvole arrivano e se ne vanno sullo sfondo del cielo azzurro.

3. Esprimi e rilascia il dolore

Essenzialmente questa fonte di dolore ha origine nel momento in cui la tua anima si identifica in qualche modo con l’illusione della separazione o il bisogno di un risultato particolare. Tuttavia, se si rilascia il dolore esprimendolo in qualche modo in modo completo, allora si diventa “come uno” con esso: si trasferisce in la luce dell’anima che è stata momentaneamente persa di vista e ci si reintegra nell’Uno. Rilasciare il dolore potrebbe significare gridare e urlare, piangere, prendere rabbiosamente a calci una palla, battere un sacco o cuscino, scrivere un diario, ballare, fare attività fisica intensa. Ascolta la tua Anima e fai ciò che senti di fare.

4. Usa il fuoco della Presenza

Quando il dolore è al suo culmine, quando puoi veramente localizzarlo e sentirlo nel tuo corpo, allora, paradossalmente sei pronto a diventare l’Uno attraverso di esso; sei sul promontorio della presenza. Ricorda a te stesso che ogni esperienza è relativistica e quindi transitoria – non definisce chi sei. Quello che sei, è un puro potenziale assoluto, oltre il dolore. A questo punto, ci sarà una chiave (come una parola, un mantra, una visualizzazione o una metafora simbolica) per aiutarti ad “aprire la porta” verso la Presenza. Se non sei sicuro di cosa sia, affidati alla guida di un esperto.

5. Senti la luce dell’anima

Quando sei entrato nella Presenza, allora stai veramente elaborando e lasciando andare la densità del dolore – è come se tu stessi agitando il letto del torrente in cui le pepite d’oro dell’anima sono state sepolte. Ora sarai in grado di vedere e sentire il bagliore dell’anima mentre si manifesta. Lo percepirai come un senso di leggerezza, completezza, sicurezza, forza; potresti sentirlo come una luce o un calore inizia a fluire nel corpo. Ora concentrati e concedi energia a questa nuova sensazione. È come versare carburante su una fiamma che si accende: diventa sempre più forte.

6. Sciogli il dolore alla fonte

Ora sei pronto per dissolvere veramente e rilasciare completamente ogni aspetto del dolore. Pur rimanendo nel senso di Pura Presenza, intuisci come la connessione con la tua anima emergente, può meglio elaborare l’energia densa del dolore. Devi rimanere flessibile ed espanso, in modo da non soffocare l’energia che causa il dolore. Quindi rimani espanso attraverso di esso, contenendolo all’interno della tua coscienza, poi usa qualsiasi meditazione venga a te per rimuoverlo. Potrebbe essere una forma particolare di respirazione, movimento o danza, oppure potrebbe essere una visualizzazione. Lascia che la tua intuizione ti suggerisca, oppure affidati ad un insegnante.

7. Contempla profondamente qualsiasi comportamento condizionato

Il dolore avrà sviluppato comportamenti condizionati. Ora contempla profondamente quale condizionamento – quali distorsioni – il dolore originario ha causato nella tua vita. Forse, ad esempio, eri incline a sviluppare dipendenza affettiva? O forse troppo competitivo e aggressivo. Guarda dentro quei comportamenti, rimanendo totalmente onesto con te stesso (ricordandoti, se necessario, che non sei da biasimare né da giudicare per essi). Può essere d’aiuto scriverli in un diario.

8.Visualizza te stesso che interrompi i comportamenti

Visualizza te stesso mentre interrompi i comportamenti emanati dal dolore sorgente. Man mano che diventi sempre più sensibile, inizierai a sentire realmente gli schemi e qualsiasi percorso neurale fisso. Con il senso della volontà arresa, puoi iniziare a spezzare questi schemi e letteralmente dissolverli dall’interno.

9. Sintonizzati con l’Essere autentico

Man mano che gli schemi e i comportamenti condizionati si sono dissolti dall’interno, sperimenterai un sempre crescente senso di apertura verso la tua anima: ti sentirai espansivo, pacifico, integro e completo. Ora sei molto più capace di interrompere i vecchi comportamenti nella vita quotidiana e aprire un varco attraverso di essi. Atti spontanei dell’Essenza divina cominceranno a fluire magicamente attraverso di te. È come se diventassi meno un’identità e più un flusso di Coscienza in movimento attraverso la vita. Questa è pura gioia di vivere!

La porta verso un mondo migliore

Questi sono tempi turbolenti. Quindi non preoccuparti se ti ritrovi spesso a dover affrontare periodi difficili. È necessario per superare i limiti della vecchia coscienza. Sappi che non sei solo – le persone di tutto il mondo stanno lavorando attraverso questa densità. Prendi il coraggio di confrontarti e addolcirti nella tua densità interiore – nel qual caso, questa particolare fase sarà finita prima che tu te ne accorga. E ricorda sempre, ogni processo rivoluzionario arriva con quell’urgente senso di recupero di un aspetto più profondo di te stesso!

Se hai bisogno di assistenza, contatta il nostro centro. Troverai tutto il supporto necessario per un percorso adatto alle tue caratteristiche individuali.

 

Copyright Studio olistico SPAZIOAZZURRO di Rossano Sambo –  P.IVA:11723680010 – Tutti i diritti sono riservati.