fbpx

3 falsi miti sulle vite precedenti e una verità inconfutabile

vite precedenti verità
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr
Condividi su telegram

Le vite passate e la reincarnazione sono fenomeni reali? Quando si parla di questi argomenti, le inesattezze si sprecano. Tre sono i principali e più diffusi falsi miti sulle vite precedenti:

  1. Tutti quelli che dicono di aver vissuto vite precedenti hanno ricordi di essere stati ricchi, famosi o personaggi molto importanti.
  2. Quelli inerenti alle vite passate sono falsi ricordi stimolati dal bisogno di veder convalidate le proprie credenze sulla reincarnazione.
  3. L’ipnosi regressiva è l’unico modo per ricordare le vite precedenti.

Tra poco vedremo perché queste tre affermazioni sono del tutto sbagliate.

Le vite passate sono un argomento piuttosto interessante di cui scrivere, parlare e ricercare. Perché? C’è così tanta disinformazione sulla materia: malintesi, miti, preconcetti, sciocchezze varie, che è spesso difficile trasmettere la straordinaria quantità di prove autentiche.

Cominciamo con i primi 3 miti a cui molte persone credono sulle vite passate e il tipo di messaggio che gli scettici VOGLIONO a tutti i costi far passare.

Mito #1: – Tutti quelli che dicono di aver vissuto vite precedenti hanno ricordi di essere stati ricchi, famosi o personaggi molto importanti.

Questo è falso al 100%. La maggior parte dei ricordi relativi a vite precedenti, riguardano esperienze di vita ordinaria e, spesso, vengono richiamate alla memoria situazioni di miseria e / o malattia . È un dato di fatto, la stragrande maggioranza dei ricordi che affiorano non si riferiscono a vite gloriose o agiate.

Soltanto in rarissimi contesti mi sono imbattuto in reincarnazioni che potremmo definire “prestigiose”. Ma, anche in questi casi, non si è mai trattato di “ex” principi, principesse, faraoni ecc. E soltanto in un solo caso, su migliaia che ho esaminato personalmente, sono emersi elementi riconducibili (con una buona attendibilità) al personaggio storico di Caterina De’ Medici.

Mito #2: – Quelli inerenti alle vite passate sono falsi ricordi stimolati dal bisogno di veder convalidate le proprie credenze sulla reincarnazione.

Anche questo è totalmente non vero. La maggioranza dei casi in cui ricordi autentici di vite precedenti sono documentati , dettagliati e quindi studiati, sono riportati da bambini piccoli. Quindi soggetti non ancora condizionati da credenze o dogmi religiosi. Molti di questi bambini dimenticano i ricordi entro l’età di 8 anni, anche quando i loro anni più giovani sono stati dominati da ripetute rimembranze di vite passate. Molti dei casi riportati da bambini sono stati meticolosamente documentati e studiati da scienziati di chiara fama. Basti pensare, ad esempio, al monumentale lavoro dello psichiatra americano Ian Stevenson.

Veniamo ora agli adulti. Il 91% dei miei clienti ha sempre affermato che, qualora avesse lavorato di fantasia, si sarebbe inventato tutt’altra storia rispetto a quella che ha evocato durante la sessione. Inoltre, di questo 91%, quasi la metà sono persone che non credono affatto nella reincarnazione .

Mito #3 – L’ipnosi regressiva è l’unico modo per ricordare le vite precedenti

Ancora una volta, non è vero. L’ipnosi regressiva è uno dei tanti mezzi con cui è possibile evocare ricordi di vite passate. Oltre all’ipnosi anche la meditazione Jatisman è un mezzo molto efficace per ricordare frammenti di vite passate. Attraverso la meditazione possiamo evocare memorie karmiche con una finalità didascalica, ovvero ricordi che posso aiutarci a superare blocchi spirituali nel presente.

Altre modalità con cui le persone ricordano esperienze di vite passate sono i sogni, i deja-vu, le reazioni emozionali istintive a determinati luoghi o persone e, ovviamente, i ricordi spontanei che spesso affiorano nel periodo dell’infanzia. Per uno sguardo più approfondito sui vari tipi di memorie di vite precedenti consulta questo articolo.

Infine, la verità inconfutabile…

Ricordare le vite passate e affrontare i problemi che sorgono durante questi ricordi è un processo inconfutabilmente curativo, liberatorio e molto utile per il 90% delle persone. Oltre a quella presentata su questo sito, esiste un’immensa letteratura prodotta nell’ultimo decennio da scienziati e ricercatori seri che descrivono dettagliatamente il valore terapeutico del richiamo di vite precedenti. Si risolvono i problemi presenti attraverso il prisma e la prospettiva del passato! (E mi sento più che propenso ad  attestare personalmente quanto possano essere profonde e illuminanti queste esperienze!)

Categorie prodotto

Altri contenuti che potrebbero interessarti: