fbpx

Energia, ansia e vite passate

Ansia vite precedenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il modo in cui l’ansia ti limita nella vita quotidiana ha parecchio a che fare con l’energia.

La prima legge della termodinamica, nota come “legge di conservazione dell’energia”, afferma:

“L’energia non può essere né creata né distrutta, ma solo trasferita o convertita da una forma all’altra.”

Non è mia intenzione annoiarti con pesanti lezioni di fisica, ma il concetto è piuttosto semplice. Siamo tutti esseri energetici. L’energia è ciò che dà la vita al nostro corpo, quella scintilla. L’Anima è fatta di energia.

Ma oltre a tutto questo c’è di più. Quest’energia contiene la somma delle nostre convinzioni, esperienze e atteggiamenti.

Considera che quando i nostri corpi muoiono, quell’energia che ci ha creati continua ad esistere. Considera anche che quell’energia fluttua per un po’ prima di trasferirsi in un altro corpo.

Sì, sto parlando della reincarnazione.

Se, in una vita precedente, hai dovuto combattere per rimanere vivo o hai subito un trauma, quell’energia può manifestarsi sotto forma di ansia nella vita presente.

Sebbene non possiamo ricordare consapevolmente tutte le esperienze delle vite passate, portiamo comunque in noi le lezioni e le impronte delle nostre vite precedenti all’interno del nostro campo di energia. È molto probabile che il fenomeno noto come déjà vu, sia da attribuirsi a quelle esperienze. È difficile spiegare perché abbiamo dei déjà vu, ma è anche impossibile negare che li abbiamo.

L’energia assume molte forme e, ovviamente, non è tutta negativa. Per dimostrare questa tesi, consideriamo tale energia sotto forma di conoscenza.

Prendi i bambini prodigio per esempio. Come possono avere l’abilità e la conoscenza per fare ciò che fanno in così giovane età? Una delle ipotesi più plausibili è che lo hanno imparato in qualche vita passata.

E tale ipotesi è plausibile se la avalliamo con il concetto di trasferimento d’energia.

Ora applichiamo lo stesso principio all’ansia.

Parte dell’energia che portiamo avanti è di natura negativa. Questo è inevitabile: la vita è difficile e sicuramente lo è stata anche nelle nostre vite precedenti.

Quando i problemi non hanno origine in questa vita

In moltissime esperienze con i miei clienti, ho trovato riscontri in vite precedenti con problematiche quali ansia, panico, fobie ecc.

E molti operatori del benessere si trovano spesso disarmati di fronte ai problemi di alcuni clienti che sembrano essere refrattari a qualsiasi tipo di trattamento convenzionale. Tali problemi possono risolversi anche abbastanza rapidamente quando vengono trattati con un percorso di guarigione delle vite precedenti.

Nella mia pratica, ho visto in prima persona come le regressioni a vite passate aiutano le persone a guarire, fisicamente ed emotivamente, a comprendere le relazioni, ad abbandonare le cattive abitudini e gli schemi limitanti.

Alcuni esempi di regressione risolutiva a vite passate

Ho fatto regredire un cliente a una vita passata in cui fumava mentre faceva la guardia notturna. Questo lo teneva sveglio e vigile. Una volta coscientemente consapevole dell’origine del suo fumo, si rese conto che le sigarette lo stavano uccidendo, non lo tenevano affatto sveglio e vigile in questa vita, e fu in grado di smettere più facilmente.

Un’altra cliente che ho trattato non poteva dormire per più di tre ore alla volta. Attraverso una profonda meditazione regressiva, ha ricordato una vita in cui è stata costretta a fuggire a piedi attraverso una foresta e altri paesaggi pericolosi. Era un tempo in cui le persone viaggiavano a cavallo, se avevano soldi. Dormiva sul terreno freddo e duro. A causa della fame e del disagio, non riusciva a dormire più di poche ore alla volta.

Questo le serviva in quella vita poiché era importante per lei continuare a muoversi a causa del freddo, dei predatori e persino di altre persone. Tuttavia, in questa vita, tale abitudine è del tutto inutile. Una volta regredita e divenuta coscientemente consapevole della sua insonnia, è stata in grado di rilasciare quell’energia.

Conclusioni

L’ansia, o l’energia dell’ansia, segue uno schema simile. A volte non ha alcun motivo di sussistere nella nostra vita attuale. È illogica. Quindi da dove viene?

Come ben sai, niente viene dal nulla.

O forse possiamo collegarla alle nostre vite attuali, ma ancora non possiamo rilasciarla. La regressione a vite precedenti può offrire un’altra alternativa.

Pensa solo a cosa puoi ottenere se ti sbarazzi di quell’ansia.

Iscriviti alla newsletter per ricevere subito un omaggio! Aggiornamenti e nuove risorse gratuite ogni settimana:

I tuoi dati verranno trattati nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia di Privacy. Puoi cancellarti dalla newsletter in qualsiasi momento. Per ulteriori dettagli puoi consultare la nostra Informativa sulla Privacy

Categorie prodotto
I prodotti più venduti del momento

Altri contenuti che potrebbero interessarti:

Ipnosi regressiva dove farla
Ipnosi regressiva dove farla

Ipnosi regressiva dove farla? Sicuramente ti stai ponendo questa domanda da un po’ di tempo. Soprattutto per avere la certezza di trarre il beneficio massimo