fbpx

7 archetipi interiori che paralizzano la fiducia in se stessi e l’amor proprio

L’assenza di amor proprio è al centro di ogni forma di ansia, depressione, solitudinevuoto.

In effetti, la bassa autostima è un tale problema pandemico, che riceviamo una manciata di richieste d’aiuto su questo argomento ogni singolo giorno!

Tutti nella vita, a un certo punto, sperimentano problemi di bassa autostima e scarsa fiducia in se stessi. Nel nostro mondo che insegna la preminenza della ricchezza materiale a discapito della saggezza dell’anima, non sorprende che così tanti di noi si sentano interiormente deboli e fatalmente imperfetti.

Se ti senti come se ti mancasse la fiducia in te stesso e il rispetto, non potrò mai sottolineare abbastanza quanto sia importante diventare auto-consapevole dei tuoi archetipi interiori. E non solo: ma amarli e accoglierli pienamente così come sono. Ciò consentirà alla loro presa su di te di allentarsi.

Cosa sono gli archetipi?

Tutti condividiamo una mente inconscia universale, chiamata “inconscio collettivo”. L’inconscio collettivo è uno strato all’interno della mente che possiede tutte le esperienze spirituali, simboliche e mitologiche e la conoscenza dell’esistenza. Quando nasciamo, tutti ereditiamo questi antichi schemi ancestrali. Gli archetipi, quindi, sono essenzialmente modelli che aiutano la nostra crescita fisica, mentale ed emotiva come esseri umani.

7 Esempi di archetipi interni

Dopo Jung, molti autori, psicologi e pensatori hanno identificato un gran numero di archetipi che esistono in tutti noi in una certa misura. Mentre molti archetipi sono positivi o neutri, alcuni sono distruttivi.

Ogni archetipo che abbiamo dentro di noi, ad un certo punto della nostra vita, è servito a uno scopo. Che si tratti di ottenere attenzione o accettazione da bambini, o semplicemente di fare amicizia, ogni archetipo ci ha aiutato in qualche modo. Tuttavia, da adulti molti di noi “crescono fuori” da determinati archetipi. A poco a poco, invece di avvantaggiarci, questi archetipi in realtà ci indeboliscono e ci feriscono.

Sfortunatamente, molti di noi si trascinano dietro questi vecchi e irrilevanti archetipi per tutta la vita. Non sappiamo che  questi stessi archetipi ci stanno segretamente privando della fiducia in noi stessi e della forza di volontà di cui abbiamo bisogno per sperimentare la gioia, la creatività e la pace.

Più diventi consapevole di questi archetipi, meglio sarai attrezzato per rilasciare la loro presa su di te. Quindi ora la domanda è: a quale dei seguenti esempi di archetipi ti stai ancora aggrappando?

Il dipendente

Altri nomi: maniaco del lavoro, consumatore compulsivo, giocatore d’azzardo, ghiottone, edonista

Le dipendenze si presentano in molte forme. Puoi essere dipendente da cose fisiche come cibo, alcol, tabacco, droghe, denaro e sesso. Puoi essere dipendente da concetti come fama, successo e bellezza. E puoi anche essere dipendente da emozioni come l’approvazione, l’amore e l’accettazione degli altri.

Gli archetipi dei dipendenti sono processi mentali dentro di noi che credono che le persone, le emozioni, le situazioni e gli oggetti al di fuori di noi stessi possano renderci felici. Sfortunatamente, questo ci priva del nostro potere personale e ci rende schiavi di tutto ciò che stiamo perseguendo.

Lezione da imparare: niente al di fuori di te può portarti amore, felicità, approvazione o accettazione — DEVI trovare queste cose dentro di te affinché durino davvero o ti portino pace.

Il mendicante

Altri nomi: emarginato, vagabondo

L’archetipo del mendicante dentro di noi si avvicina alla vita da un presupposto di scarsità, bisogno e impoverimento. Quando il mendicante governa la tua vita, ti ritrovi costantemente dipendente dagli altri per la tua sicurezza, felicità e benessere.

Il Mendicante dentro di noi è governato dalla seguente convinzione errata : “Non valgo nulla. Ho bisogno che gli altri mi aiutino e mi supportino”. Così, quando ci avviciniamo alla vita da un luogo di povertà interiore, ci spingiamo costantemente verso situazioni che rafforzano questo sentimento.

Lezione da imparare: i tuoi pensieri influenzano la tua realtà. Se credi di essere povero e di non avere nulla da offrire, la tua esistenza lo rifletterà. D’altra parte, se credi di essere già ricco e di avere doni da condividere con il mondo, anche la tua esistenza rifletterà questo.

Il fanatico

Altri nomi: perfezionista, preoccupato, maniaco del controllo, bigotto

L’archetipo fanatico è sia appassionato che motivato, ma anche incline alla testardaggine e all’ansia. Se il tuo fanatico interiore è squilibrato, potresti essere un preoccupato ossessivo, un perfezionista o un “maniaco del controllo”.

La preoccupazione principale del fanatico è il controllo. Questo può creare molta tensione, problemi di salute e problemi di relazione.

Lezione da imparare: l’unica cosa che puoi controllare nella vita è come percepisci e come ti avvicini ad essa. Non puoi controllare completamente le situazioni esterne e non puoi mai controllare completamente le altre persone e ciò che pensano. Renditi conto che nella vita c’è di più rispetto a sicurezza, protezione e successo. Impara a rilassarti e a introdurre più spontaneità nella tua vita.

Il giudice

Altri nomi: critico, esaminatore

Come esseri umani, il nostro istinto naturale è giudicare. Giudichiamo le situazioni per valutare se sono pericolose o meno, giudichiamo per trovare i nostri partner ideali, giudichiamo per trovare chiarezza e discernimento nella vita quotidiana. Tutto questo è naturale. Ma spesso le nostre vite ruotano così tanto intorno alla mente che trascuriamo il cuore.

Quando il giudice dentro di te è squilibrato, ti analizzerà e ti condannerà sempre. Il dialogo interiore negativo è spesso fortemente legato a giudici interiori canaglia che non sanno quando fermarsi. Una delle principali cause di bassa autostima sono gli archetipi giudice che sono alimentati da convinzioni fondamentali negative e distorsioni cognitive .

Lezioni da trarre: il giudizio è normale, ma il tuo giudizio su te stesso ti danneggia più che aiutarti. Ricorda di mostrare clemenza, gentilezza, obiettività e perdono  verso te stesso, proprio come farebbe un vero giudice.

Il martire

Il martire è un archetipo dentro di noi che brama disperatamente lode, adorazione e senso di autostima da grandiosi atti di sacrificio di sé. I martiri spesso adottano il ruolo di custodi e soddisfano i bisogni di tutti tranne i propri. Tuttavia, quando i nostri martiri interiori non sono abbastanza apprezzati dagli altri, ricorriamo al senso di colpa e alla manipolazione.

In sostanza, i nostri martiri interiori sono luoghi dentro di noi che sono profondamente feriti. Si basano sulla credenza che la nostra autostima derivi da ciò che FACCIAMO piuttosto che da ciò che SIAMO intrinsecamente.

Lezioni da imparare: non è necessario sacrificare tutti i tuoi bisogni, desideri e sogni per gli altri per essere degno o amabile. Sei innatamente degno e amabile. Assumiti la responsabilità della tua felicità e impara ad amarti senza paura.

Il Sabotatore

Proprio come tutti gli altri archetipi qui elencati, Il Sabotatore è una parte naturale del ciclo di nascita e morte. Tutto nella vita deve alla fine essere distrutto affinché sorgano nuove cose. Il lato oscuro dell’archetipo del Sabotatore è che può sviluppare un famelico appetito per la distruzione.

L’auto-distruttività è il problema più grande che il sabotatore porta nelle nostre vite. Quando siamo profondamente feriti e pieni di odio per noi stessi, il Sabotatore è un confidente irato che distrugge tutto sul nostro cammino. Relazioni, amicizie, carriere, salute, stabilità mentale: niente lo ostacola.

Lezioni da imparare: quale parte di te sente di non essere degna di libertà, gioia e amore? Esplora i tuoi sentimenti più profondi di inutilità e come avvelenano le tue decisioni di vita. Devi imparare a rispettare, onorare e amare la persona che sei.

La vittima

Altri nomi: schiavo

La vittima ci permette di riconoscere la nostra ferita, ma quando ci impantaniamo in essa, può paralizzarci.

Il problema più grande che la vittima porta nelle nostre vite è il potere personale rinnegato. Quando non ci assumiamo la responsabilità della nostra prosperità, beatitudine e appagamento, le nostre vite sembrano un flusso infinito di miseria. Questo porta ad incolpare le altre persone per il tuo dolore o la tua sfortuna.

Lezioni da imparare: smettila di incolpare le altre persone per i tuoi fallimenti e delusioni. Invece di sentirti una vittima, adotta il ruolo di un combattente: questo è un ruolo molto più abilitante che ti consentirà di sviluppare l’auto-responsabilità

Come riconquistare fiducia e rispetto di sé

Dopo aver letto gli esempi di archetipi sopra e identificato il tuo principale (o gruppo), dovrai meditarci sopra. Chiediti: “In che modo esattamente questo/i archetipo/i sta influenzando i miei pensieri, sentimenti e azioni?” Puoi scrivere un diario, discuterne con qualcuno di cui ti fidi, sederti in solitudine con la domanda o qualsiasi altra cosa che ti aiuti a fare introspezione.

Infine, il tuo compito non è odiare, distruggere o reprimere questi archetipi in te. Invece, permetti a te stesso di arrivare a una comprensione pacifica di loro. Fai sapere agli Archetipi che apprezzi i ruoli che hanno svolto nella tua vita, ma ora sei pronto a congedarli e andare avanti. Potresti voler progettare il tuo rituale o cerimonia per quest’ultima parte, se lo desideri.

Se può essere d’aiuto, aggiungi ai segnalibri o stampa questa pagina di esempi di archetipi da rileggere durante questo processo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere subito un omaggio! Aggiornamenti e nuove risorse gratuite ogni settimana:

I tuoi dati verranno trattati nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia di Privacy. Puoi cancellarti dalla newsletter in qualsiasi momento. Per ulteriori dettagli puoi consultare la nostra Informativa sulla Privacy

Altri contenuti che potrebbero interessarti: